Sport E Vai  Sport e Vai
Venerdì 30 Settembre 2022
SEGUI SPORTEVAI SU

Superlega, Tebas: Club da sanzionare, tribunale Madrid non conta

28/06/2021 13:03

Superlega, Tebas: Club da sanzionare, tribunale Madrid non conta |  Sport e Vai

Il presidente della Liga Javier Tebas torna a chiedere sanzioni per i club che avevano aderito al progetto Superlega e in particolare per quei tre (Real Madrid, Barcellona e Juventus) che non ne sono mai formalmente usciti, e che anzi hanno portato le loro richieste di fronte alla Corte di Giustizia Ue. In un'intervista a El Transistor, il dirigente spagnolo spiega perché il provvedimento cautelare emesso da un giudica del tribunale commerciale di Madrid, tifosissimo del Real, non dovrebbe essere preso in considerazione dall'Uefa. 

Superlega, l'affondo di Tebas

Ecco alcuni stralci dell'intervento di Tebas:

"Florentino Perez ha in testa la Superlega da vent’anni. Pensa che una competizione sportiva debba tenere conto del numero di follower di un club. Ascoltando Florentino, sembra che loro siano i nuovi Robin Hood. Stanno creando un racconto sulla Superlega che non corrisponde alla realtà. Perez non può dire che i tribunali gli hanno dato ragione fino a quando non ci sarà una notifica ufficiale che alla Uefa non è pervenuta. Un tribunale commerciale di Madrid ha adottato delle misure cautelari senza ascoltare l’altra parte. Se i club hanno commesso irregolarità rispetto agli statuti Uefa, vanno sanzionati”.

Dopo aver ribadito che l'Atletico Madrid ha aderito inizialmente al progetto solo perché "costretto", Tebas ha parlato anche del Barca:

"Mi ha sorpreso la posizione del Barcellona anche se la sua situazione economica spiega perché è voluto salire sul carro: il Barça è un club in perdita di 320 milioni di euro, la metà di tutti gli altri club della Liga messi insieme. E le norme prevedono che possa acquistare sul mercato utilizzando solo il 25% di quello che incasserà dalle cessioni".


Tags: sanzioni javier tebas superlega

Articoli Correlati