Sport E Vai  Sport e Vai
Martedì 27 Luglio 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Roma, Pallotta: Garcia resta e lotteremo alla pari con la Juve

16/06/2015 09:59

Roma, Pallotta: Garcia resta e lotteremo alla pari con la Juve |  Sport e Vai
Una conferenza alle 8 di mattina per avere le idee chiare e spiegare lucidamente il progetto sportivo. Dopo aver spiegato ieri le modalità del nuovo stadio il presidente della Roma, James Pallotta, ha fatto il punto sulla squadra e sulla prossima stagione per fissare alcuni paletti. A partire dall’allenatore: “Ieri l’ho incontrato. Abbiamo avuto uno scambio di pensieri, siamo sulla stessa linea di pensiero sulla stagione appena conclusa. Siamo convinti che vadano attuati dei cambiamenti, alcuni sono già in atto. Quando parlo di Ferguson parlo della sua straordinaria carriera, vorrei che Rudi facesse lo stesso con noi. Abbiamo imparato molto dalla Champions League passata. Non vede l’ora di ripartire, sa che lo stiamo aiutando molto a livello di preparazione fisica, in modo tale che lui possa concentrarsi sulle strategie di campo migliorando la squadra. Questa è l’organizzazione, non ci sono lotte di potere, non vogliamo togliere competenze. Il nostro è un lavoro di squadra, ci vuole molto tempo. Sono diventato presidente 3 anni fa, Italo è con noi da 2 anni e mezzo: lavoriamo insieme da squadra, senza lotte di potere”. Garcia però aveva parlato di Juventus irraggiungibile: “Rudi non voleva dire esattamente quello che ha detto. Non si è espresso bene. Noi abbiamo parlato in seguito, sa che ha sbagliato. Io penso che non ci sia un grosso divario tra noi e la Juventus. Possiamo competere con loro e batterli. La prima parte della scorsa stagione è andata bene. Se Gervinho resta o parte? Il parere di Rudi importa eccome. Lui decide la strategia di gioco, il suo parere è importante. Anche lui fa parte di questo processo. Sulla Juve si è semplicemente espresso male. Loro hanno un fatturato maggiore ma contiamo di superarlo con l’inaugurazione dello stadio. Non so quanto piacerà ai tifosi romanisti, ma sono stato felice di vedere la Juventus in finale di Champions League”. Capitolo mercato, Pallotta ammette che qualche pezzo grosso andrà via: “Sappiamo che probabilmente un paio di giocatori andranno via ma sappiamo cosa fare. Abbiamo bisogno di 3-4 innesti, abbiamo sofferto della mancanza di Strootman e Castan, quindi quest’anno avremo bisogno di 4-5 giocatori. Lo Scudetto? Se i giocatori sono in forma, se prendessimo i giocatori che stiamo seguendo, credo che sia possibile. Visti anche i metodi d’allenamento e le iniziative che stiamo prendendo. L’anno scorso siamo stati competitivi fino a metà stagione. Sono fiducioso. Su Nainggolan stiamo lavorando ogni giorno, lui vuole restare, noi vogliamo. che resti nuovi. In difesa l’assenza di Castan è stato un fattore estremamente negativo, ne avrebbe giovato anche Manolas, che ha comunque disputato un’ottima stagione. Occorre segnare di più. L’anno scorso l’attacco ha avuto dei problemi. Ha avuto delle fasi brillanti, come a Torino o contro il CSKA. La questione è la condizione fisica, non do colpe a nessuno, ma l’anno prossimo ci saranno dei cambiamenti. Faremo ciò che è importante, anche per la Champions League e per le spese. Sappiamo dove rinforzare la squadra, ma non farò nomi”. Infine capitolo Totti: “Francesco è un incredibile giocatore per la storia della Roma. Avrà un ruolo in questa squadra fin quando vorrà. È il suo ultimo anno di contratto, non abbiamo ancora parlato. La decisione verrà presa da entrambe le parti. Finché giocherà sarà un valore aggiunto. Mi piacerebbe che i nostri giovani fossero nella sua stessa ottima condizione”. Stefano Grandi             

Tags: Roma totti Garcia gervinho pallotta

Articoli Correlati