Sport E Vai  Sport e Vai
Venerdì 23 Febbraio 2024
SEGUI SPORTEVAI SU

Presidente Coni: Fossi Tavecchio mi dimetterei. Renzi e Lotti pro-rinnovamento

14/11/2017 12:59

Presidente Coni: Fossi Tavecchio mi dimetterei. Renzi e Lotti pro-rinnovamento |  Sport e Vai

“Il mondo del calcio italiano va rifondato, vanno prese scelte che prima non si aveva il coraggio di prendere”. Per il ministro dello Sport, Luca Lotti, la mancata qualificazione ai Mondiali in Russia per l'Italia deve essere un trampolino per un grande cambiamento. Lo dice a margine dell’accordo per il finanziamento del nuovo stadio dell’Atalanta, all’esterno dell’Istituto di Credito Sportivo: “Abbiamo assistito a qualcosa di triste dal punto di vista sportivo. . Le parole di Gigi Buffon sono state molto chiare, ci dobbiamo mettere tutti per far ripartire il calcio. Non abbiamo scoperto ieri che ci sono dei problemi. Siamo usciti negli ultimi due Mondiali al primo turno e a questo non ci siamo nemmeno qualificati. Non si riescono ad eleggere il presidente di Lega né per la Serie A né per la B. Insomma, bisogna sfruttare quest'occasione per rifondare il calcio italiano. Spetta a Ventura e Tavecchio decidere di restare, ma bisogna mettere a posto il calcio, dalla Serie A alle giovanili. Anche dal punto di vista culturale, di come si insegna a fare calcio ai ragazzi ed educare i genitori sotto quest’aspetto. Credo che ognuno debba fare la propria parte, noi come governo ci stiamo provando nei diritti televisivi e di come si vende il prodotto calcio italiano all'estero”. Anche il segretario del Pd, Matteo Renzi, ha detto la sua sui social network: “Io capisco le lacrime dei ragazzini. Ci sono altri leader politici che si sono buttati come sciacalli su questa vicenda a cominciare da Salvini che ha dato la colpa all'immigrazione. Chi conosce il calcio sa che gli argomenti di Salvini sono ridicoli: gli stranieri stanno in Germania, Francia, Inghilterra, Spagna, ovunque e ancora molti di noi hanno nella mente l'immagine della Francia multietnica campione del mondo nel 1998. Ma indipendentemente da questo credo che la serata di ieri per alcuni aspetti purtroppo 'storica' imponga a tutto il movimento calcistico una riflessione, in primis al Presidente Tavecchio e al CT Ventura. Il calcio italiano ha la necessità di essere totalmente rifondato, a cominciare da come stiamo in tribuna nelle partite giovanili noi genitori fino ai diritti televisivi e alla promozione del calcio italiano all'estero- Non partecipare al Mondiale di Russia è una sberla enorme. Facciamo sì che aiuti tutti a cambiare radicalmente, da subito. Ripartiamo dai volontari dei settori giovanili e da chi crede nella magia di questo sport. Intanto però un pensiero a chi ci ha messo la faccia anche ieri come ha fatto sempre negli ultimi vent'anni e che ieri ha chiuso con la Nazionale: Gigi Buffon. Anche nella disfatta si vede chi è un uomo vero. Grazie Capitano, ciao Gigi", conclude. Infine il presidente del Coni, Malagò: “E’ stata una serata triste, siamo tutti molto delusi”. Ha poi aggiunto sul tema degli stadi di proprietà: “Negli anni delle vacche grasse, dove sono arrivati anche risultati molto importanti, se ci fosse stata lungimiranza, tutte le società avrebbero avuto un impianto di proprietà. Ho sentito Tavecchio, fossi in lui mi dimetterei”.

Stefano Grandi

 


Tags: coni renzi Tavecchio

Articoli Correlati