Sport E Vai  Sport e Vai
Giovedì 20 Gennaio 2022
SEGUI SPORTEVAI SU

Pezzali, retroscena su Zenga e Hanno ucciso l'uomo Ragno

20/11/2020 09:56

Pezzali, retroscena su Zenga e Hanno ucciso l'uomo Ragno |  Sport e Vai

Hanno ucciso l'Uomo Ragno, chi sia stato non si sa
Forse quelli della mala, forse la pubblicità
Hanno ucciso l'Uomo Ragno, non si sa neanche il perché
Avrà fatto qualche sgarro a qualche industria di caffè

Chi non l'ha mai canticchiata negli anni 90? La canzone degli 883 fu un successo clamoroso, spopolò nelle classifiche diventando una hit assoluta e l'accostamento con il portiere dell'Inter Walter Zenga fu immediato per tutti. Parlando a  Rai Radio2 nel corso del format "I Lunatici", l'autore Max Pezzali rivela la verità sulla genesi del pezzo

Se era davvero dedicata a Walter Zenga? Non riuscivo a chiudere questa canzone in nessun contesto sensato. La canzone era già uscita quando Zenga venne escluso dal giro della Nazionale di Sacchi. E allora parlando con i giornalisti canticchiò 'hanno ucciso l'uomo ragno'. Non dichiarò nulla, semplicemente canticchiando quel ritornello suggerì che c'era rimasto male e siccome era sempre stato chiamato l'uomo ragno ci fu l'associazione dei due mondi

Legato al calcio anche un altro ricordo di Pezzali

Un anno prima di iniziare a fare questo lavoro. Io e Mauro Repetto a giugno del 90 a vedere la partita Argentina-Camerun. Inaugurazione del terzo anello. Eravamo allo stadio. Ricordo l'entusiasmo, vinsero i camerunensi uno a zero contro ogni pronostico, ricordo tutto lo stadio trasformato nella Capitale del Camerun. Tutti improvvisamente eravamo tifosi del Camerun. Quello è il ricordo che mi lega alla mia giovinezza spensierata, in cui ancora mi divertivo e pensavo alle piccole cose. Il motivo per cui sono esistiti gli 883 ed esisto io ancora oggi è perché c'era Mauro Repetto.


Tags: zenga camerun 883

Articoli Correlati