Sport E Vai  Sport e Vai
Venerdì 24 Maggio 2024
SEGUI SPORTEVAI SU

Napoli: Strinic è una scommessa, è fermo da 2 mesi e gli serve tempo

29/12/2014 10:43

Napoli: Strinic è una scommessa, è fermo da 2 mesi e gli serve tempo |  Sport e Vai

Ottimi colpi, prospettive interessanti, età giusta: Ivan Strinic avrebbe tutte le carte in regola per rappresentare un interessante colpo di calciomercato per il Napoli, che lo ufficializzerà a breve, non appena saranno riaperte le liste invernali. L’ex terzino del Dnipro piace a Benitez, sa fare le due fasi, ha esperienza internazionale ed è titolare della nazionale croata ma in realtà anche lui è una mezza scommessa per il club azzurro. Troppo ghiotta l’opportunità di prenderlo a parametro zero, Bigon non se l’è fatta scappare bruciando il West Ham ed altri club interessati al giocatore ma un neo c’è. Il suo acquisto si era reso necessario per il vuoto che si creerà a sinistra: oltre a Zuniga, perennemente infortunato e i cui tempi di recupero restano ancora un mistero, anche Ghoulam non ci sarà per il mese di gennaio. L’algerino il 3 partirà in ritiro con l’Algeria per la coppa d’Africa, lasciando sguarnita una fascia che potrà contare solo su Britos. Logico dunque che il Napoli dovesse cautelarsi sull’out mancino ma il problema è che Strinic non è pronto per giocare. Il terzino si è fatto male il 9 novembre scorso nella gara contro lo Shakhtar Donetsk e da allora non ha più messo piede in campo. Un’inattività che non lo rende subito disponibile per Benitez. Unita alla necessità di doversi adattare in un campionato completamente diverso e più competitivo e di doversi integrare nel modulo del tecnico ecco che ne vien fuori un quadro preoccupante. Preso per sostituire Ghoulam a gennaio, quando l’algerino sarà fuori, Strinic difficilmente sarà in campo in quel periodo. Possibile che possa accelerare i tempi e farsi trovar pronto per la fine del mese, quando probabilmente Ghoulam sarà già di ritorno, ma fino a quel momento il club azzurro non avrà un terzino di ruolo a sinistra e sarà costretto ad adattare Britos e Mesto. Una scommessa, dunque, quella di Strinic e il ricordo dell’esperienza-Michu è ancora vivo. Anche il bomber spagnolo dello Swansea sembrava un gran colpo di mercato ma chi l’ha visto? Reduce da un lungo infortunio ha impiegato tempo per rimettersi in forma, ha giocato pochi spezzoni prima di infortunarsi di nuovo ed essere costretto ad operarsi. Un buco nell’acqua totale. I tifosi sperano che con Strinic possa andar meglio e si consolano con Gabbiadini ma anche l’ormai ex Sampdoria avrà bisogno di tempo per integrarsi nei meccanismi tattici di Benitez. Senza contare che davanti ha giocatori come Mertens, De Guzman, Callejon, Hamsik e Higuain: trovare un posto da titolare non sarà facile, sia come esterno d’attacco che come prima punta. Si può però ipotizzare che con due acquisti bloccati da tempo il Napoli possa agire ancora a gennaio con qualche altro colpo. Bigon è pronto a sfruttare al volo l’occasione ma per comprare ancora bisogna anche vendere: Henrique potrebbe tornare in Brasile e lasciar libero un posto in difesa ma Vlaar – pallino di Benitez – costa tanto e piace a troppi, mentre a centrocampo si segue sempre la pista Camacho del Malaga, che però viene valutato 10 milioni e si può chiudere solo a patto di cedere Inler.

Stefano Grandi


Tags: napoli benitez bigon zuniga strinic gabbiadini ghoulam

Articoli Correlati