Sport E Vai  Sport e Vai
Sabato 22 Gennaio 2022
SEGUI SPORTEVAI SU

Montella: Kalinic non è un bomber ma è funzionale, Bacca mia sconfitta

16/08/2017 12:19

Montella: Kalinic non è un bomber ma è funzionale, Bacca mia sconfitta |  Sport e Vai

Di solito non si sbilancia mai ma se Vincenzo Montella parla in maniera abbastanza chiara su Kalinic vuol dire che il croato è davvero vicino al Milan. Nella conferenza di vigilia dell'andata dei playoff di Europa League il tecnico rossonero si sbilancia a modo suo: "Mi piacerebbe rispondertvi ma cerco di non dare troppi indizi. Però posso dire che è un giocatore funzionale al nostro calcio, altruista e che sa muoversi in ogni situazione di gioco. Magari non un bomber puro ma mi è molto gradito. Titolare col Crotone? Lo escludo anche se dovesse arrivare. La società sa cosa serve, non posso che essere soddisfatto di questo mercato". Per un Kalinic atteso, c'è un Bacca che va via: “Ha dato un grosso contributo per il ritorno in Europa, ha segnato 15 gol. Tutti ci aspettavamo un po' di più da lui, forse anche lui stesso. E' stata una sconfitta per me perchè lo ritengo un grande giocatore di livello internazionale e non sono riuscito a farlo rendere al meglio. Rapporto di amore e odio non esiste, andrà via in prestito”.  E allora per il momento i gol dovrà farli Andrè Silva: “L'attaccante ha bisogno di più adattamento nel nostro campionato. Ha grandissimi margini, smania perchè ha voglia di dimostrare tutto e subito, il mio consiglio è stato quello di stare tranquillo e non smaniare, può crescere tantissimo, Poi per gli attaccanti, soprattutto in A, ci vuole più tempo per studiare le difese e gli avversari, ma André Silva è di sicuro avvenire". Giocherà lui domani e non Cutrone: “Cutrone è in uno stato di forma straordinario. Devo gestire le risorse in questo momento della stagione, sto facendo valutazioni oggettive. Sono orientato a provare e insistere con Andrè, che ha bisogno anche di familiarizzare con lo stadio. Mi spiace per Cutrone, ma nei prossimi dieci giorni avranno spazio entrambi, magari anche insieme”.   Preferisce parlare della partita, però, Montella: "Loro hanno più partite ufficiali nelle gambe, inclusi 3 turni preliminari di Europa League. Poi arrivano da una vittoria contro i campioni in carica macedoni. Chiare idee di gioco e in attacco hanno un giocatore di talento e imprevedibilità come Ibraimi”. Al Milan invece mancheranno Biglia e Romagnoli: Mi spiace molto non averli a disposizione. Romagnoli è già in gruppo, Biglia smania dalla voglia di giocare. Con Romagnoli c’è la possibilità di giocare con la difesa a tre, essendo anche l’unico mancino tra i centrali, ma si potrà anche continuare a giocare a quattro. In passato ci sono state difese che hanno subito poco ma non hanno vinto lo scudetto, sono numeri. L'armonia di squadra è la cosa più importante, difendere ed attaccare insieme”.Blindare la qualificazione a San Siro potrebbe essere importante: “Dipende da noi, dobbiamo pensare alla nostra partita. Le qualificazioni non possono decidersi all’andata, si decide tutto al ritorno perchè in Europa le partite sono temperamentali”. Visto che accanto a lui c'è Suso scatta la domanda anche sullo spagnolo: “Può fare la seconda punta, il trequartista, l'esterno e, perché no, l'interno di centrocampo. È fortunato che non abbiamo preso nessuno come lui sul mercato...”. In tema mercato si parla anche di Niang (“La società e il ragazzo sanno il mio pensiero, ha avuto un paio di giorni in cui è stato infortunato, ma sto facendo alcune valutazioni”) e poi c'è il capitolo-capitano, che sarà Bonucci:”La scelta è partita dalle indicazioni della società che voleva un nuovo acquisto come nuovo capitano. La scelta è ricaduta su di lui perchè ha carisma e esperienza internazionale, è perfetto per il ruolo. La scelta è stata ponderata ma anche facile”.

Stefano Grandi


Tags: milan montella Suso

Articoli Correlati