Sport E Vai  Sport e Vai
Mercoledì 26 Gennaio 2022
SEGUI SPORTEVAI SU

Montella: Deluso da Neto, non c’è riconoscenza

05/01/2015 13:09

Montella: Deluso da Neto, non c’è riconoscenza |  Sport e Vai

La decisione di Neto di non rinnovare con la Fiorentina e aspettare il tram giusto per lasciare Firenze ha lasciato di stucco Montella. L’allenatore della Fiorentina non si aspettava una simile presa di posizione da parte del portiere: "E' difficile parlarne, il calcio non finisce mai di insegnarti e darti esperienze: a livello umano c'è grande amarezza ma sono situazioni di calcio che sono sempre esistite ed esisteranno. La parte professionale è diversa, dovrò valutare senza farmi condizionare”. Neto potrebbe anche essere messo in panchina: “Premesso che ho parlato con il presidente e non ci sono state imposizioni di nessun tipo, anche da parte sua c'è grande amarezza. La scelta mia deve essere fatta a 360°. Oggi ho le idee molto più chiare rispetto a ieri. La mia scelta non sarà definitiva ma devo valutare il male minore. Quando si è contestati si accetta con molta più facilità se si è scarsi. A me un giocatore che è in scadenza non mi dà problemi farlo giocare, in questo caso è diverso perché la cosa è stata detta troppo presto e si tratta di un ruolo delicato. Sulla professionalità di Neto non ho dubbi, mentre ho qualche perplessità in più sulla sua mentalità. Tatarusanu è un grandissimo portiere. La riconoscenza nel calcio non c'è e non dobbiamo nemmeno aspettarsela: sono state fatte delle valutazioni. I giocatori in scadenza sono comuni nel calcio, forse in Italia siamo meno abituati". Montella teme ripercussioni anche nell’ambiente: “Quando c'è uno scossone di questo tipo, nell'immediato si perde sempre qualcosa: siamo tutti un po' turbati. La nostra professione però ci impone di concentrarci sulla partita di domani". Diverso il caso di Mutu: il ritorno del rumeno sembra sfumato per motivi familiari ma Montella è evasivo: “Mi è sempre piaciuto tantissimo come calciatore ma dalla società non ho saputo più nulla: bisogna vedere come sta fisicamente. A me però servono giocatori pronti". Il tecnico viola scherza poi sui…compiti a casa fatti dai suoi giocatori durante le vacanze (“Li hanno fatti ma la calligrafia non era la loro... per me si sono fatti aiutare da qualcuno, come facevo io a scuola...") e chiude parlando col Parma: "La sosta sicuramente li ha aiutati a ricompattarsi. In alcune partite, come a Palermo, non meritavano di perdere. Il Parma vorrà mettere tutto in campo, darà il 101% per invertire questo trend difficile".

Stefano Grandi


Tags: fiorentina parma mutu montella neto

Articoli Correlati