Sport E Vai  Sport e Vai
Mercoledì 18 Maggio 2022
SEGUI SPORTEVAI SU

Milan tra errori di mercato e confusione, Montella boccia il 4-3-3 ma così non va

02/10/2017 10:06

Milan tra errori di mercato e confusione, Montella boccia il 4-3-3 ma così non va |  Sport e Vai

Arrivare alla sosta con tre sconfitte pesanti contro le tre squadre più attrezzate affrontate finora è già un flop per il Milan partito tra fanfare e squilli di tromba. Inutile girarci attorno, i rossoneri non solo sembrano già tagliati fuori dalla zona-Champions ma vedono a rischio anche l'Europa League se continuano così. Il derby che verrà dopo la sosta sembra già un'ultima spiaggia per ambizioni e sogni di gloria ma cos'è che davvero non funziona? Montella ha spiegato perchè ha accantonato il 4-3-3 con cui aveva iniziato la stagione: "L’anno scorso siamo arrivati a 23 punti dal terzo posto, abbiamo un’altra squadra, altri calciatori, qualcosa di diverso dobbiamo fare. Per un modulo del genere servono esterni che fanno 12/25 gol ciascuno, Insigne fa 15 gol e Callejon ne fa 12/15 a stagione. Non dobbiamo abbandonare le nostre certezze, la nostra voglia di migliorare ogni giorno. Io sono fiducioso". Dunque il 4-3-3 va in soffitta ma che fine fanno Suso e Bonaventura? Nel vecchio modulo erano fondamentali, nel 3-5-2 non trovano la posizione. Il tecnico dice di no (“Sono due risorse, hanno dimostrato il loro valore. Fanno parte della squadra e ci daranno una mano") ma i fatti dicono il contrario. L'impressione è che sul mercato si sia badato poco a rispettare una logica tattica, che siano stati presi giocatori – anche importanti – a prescindere dalle caratteristiche e dalla reale integrazione con gli altri della rosa. C'è confusione un po' ovunque, Fassone rassicura sul debito con Elliott ma sa bene che senza le coppe diventa tutto più complicato e teme la mannaia del fair-play finanziario, Montella sostiene di non temere l'esonero ("Mi fa piacere la fiducia della società. Conosco i rischi del mestiere. So di essere valutato, nel modo di allenare e nella gestione del gruppo”) ma sente sul collo il fiato di Ancelotti e...Mazzarri. E i giocatori cominciano sempre più a perdere certezze su un progetto partito per fare sfracelli e che dopo solo sette giornate sembra già in discussione.

Stefano Grandi


Tags: milan montella Suso

Articoli Correlati