Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 27 Marzo 2023
SEGUI SPORTEVAI SU

Milan, Sacchi rivela cosa direbbe alla squadra se fosse al posto di Pioli

30/01/2023 10:57

Milan, Sacchi rivela cosa direbbe alla squadra se fosse al posto di Pioli |  Sport e Vai

L'allarme l'aveva lanciato per primo, prendendosi anche severe critiche da Pioli. Sacchi da ancor prima della Supercoppa aveva parlato di "pancia piena" per il Milan e dopo gli ultimi risultati è difficile dargli torto. L'ex ct alla Gazzetta motiva così la crisi dei rossoneri

"Il Milan non è più un collettivo. Ha vinto lo scudetto giocando come una squadra e ora si sono perse quelle caratteristiche. Può capitare. Giocare “di squadra” non è un imperativo etico, ma permette di essere più efficienti. Con i giovani bisogna avere pazienza. Questi ragazzi si sono trovati una condizione particolare: da semisconosciuti che erano si sono trovati, dopo aver conquistato meritatamente lo scudetto, improvvisamente proiettati sul palcoscenico. Questo può destabilizzare".

E ancora:

"Cosa direi ai giocatori se fossi l'allenatore? Una cosa sola, prima di entrare in campo per l'allenamento: dovete tornare ad essere una squadra. Tocca a Pioli stimolare la reazione dei suoi giocatori".

Infine

"Se si vuole intervenire su tutto, non si combina granché. Pioli è stato bravissimo, adesso deve convincere i giocatori. Bisogna entrare nelle loro teste. Nel Milan ci sono tanti ragazzi che non hanno molta esperienza e magari non sono tecnicamente al top. Se giocano individualmente, si perdono. L’anno scorso, pur avendo speso meno di Inter, Juve e Roma, li ha messi tutti dietro. Un capolavoro. Oggi i ragazzi di Pioli sembrano sbadati".


Tags: milan sacchi pioli

Articoli Correlati