Sport E Vai  Sport e Vai
Mercoledì 17 Agosto 2022
SEGUI SPORTEVAI SU

Mazzarri: Datemi 20 Hamsik e vinco tutto

27/10/2016 08:38

Mazzarri: Datemi 20 Hamsik e vinco tutto |  Sport e Vai

Il suo primo esonero in carriera non l'ha ancora digerito tutto, anche se il tempo sta dimostrando che vincere all'Inter non è facile per nessuno. Walter Mazzarri in Inghilterra si sta ambientando bene, anche se non è brillante con la lingua ed ha difficoltà ad adeguarsi al cibo locale («Sto ancora imparando l’inglese, ma in campo i giocatori mi capiscono bene. E conta questo. Per i discorsi a tu per tu ho un ragazzo italiano che vive qui da 25 anni che mi aiuta. Continuo a mangiare pesce anche qui. In Italia saltavo il pranzo, qui mangio lo yogurt con il miele. Un passo avanti, no?») e si racconta in un'intervista al Corriere della Sera. Il tecnico toscano torna anche sul suo passato al Napoli ed esalta l'attuale capitano azzurro: «Datemi una squadra con venti Hamsik e vinco tutto! Come tipologia di giocatore è il top. Ha un’intelligenza tattica straordinaria. Il mio Napoli? Fu un percorso avvincente, un salto di qualità anche inatteso. Il Napoli oggi è un club con un progetto importante, ma inevitabilmente diverso da quello della Juventus. L’idea è quella di restare competitivi, attestarsi nelle zone alte della classifica». Sull'Inter dice: «Ero dispiaciuto per non aver avuto potuto concludere il ciclo che avevamo avviato, riportando l’Inter in Europa. C’era il rammarico di non aver potuto completare il lavoro, ecco. Quello sì. Ma sono abituato a guardare avanti. E l’ho fatto da subito. De Boer? Quando una società sceglie un allenatore dovrebbe farlo in maniera convinta. Dargli il tempo giusto per esprimere le proprie idee di calcio. Icardi? Sono stato l’allenatore di Mauro e all’epoca si è comportato bene. Era un giovane che abbiamo aiutato a crescere, parlavo con lui quasi tutti i giorni. E ci ha regalato soddisfazioni». Infine un commento sulla sua nuova vita inglese: «La Premier è un campionato affascinante. Il progetto della famiglia Pozzo al Watford mi è piaciuto subito, posso condividere con il presidente il mio modo di fare calcio, provare a far crescere il gruppo e togliermi qualche soddisfazione. La quotidianità qui è più vicina al mio modo di essere: il rigore, il rispetto delle regole, l’ordine. Nella vita come nel calcio, si parte dalle regole per vincere».

Stefano Grandi

 


Tags: mazzarri hamsik de boer

Articoli Correlati