Sport E Vai  Sport e Vai
Giovedì 20 Gennaio 2022
SEGUI SPORTEVAI SU

Lippi controcorrente: Napoli obbligato a vincere, per la Juve dopo 6 scudetti...

09/02/2018 11:57

Lippi controcorrente: Napoli obbligato a vincere, per la Juve dopo 6 scudetti... |  Sport e Vai

Marcello Lippi dice la sua sulla lotta scudetto. In un'intervista alla Gazzetta dello Sport l'ex Ct azzurro, attualmente sulla panchina della nazionale cinese, non si sbilancia in pronostici ma spiega che "i punti di vista sono diversi. Se vince il Napoli, la Juve potrebbe dispiacersi fino a un certo punto, dopo sei scudetti e magari con la Champions nel mirino. Se il Napoli non ce la fa, psicologicamente sarebbe più dura: è una grande perché è stabilmente tra le prime tre, ne ha consapevolezza. Sarebbe un brutto colpo". E dire che sino ad ora si era sempre detto che la squadra obbligata a vincere sempre e comunque era la Juventus, quella che "vincere non è importante, è l'unica cosa che conta". Lippi, intanto, si sofferma anche sul dualismo Allegri-Sarri: "Sono due grandi allenatori diversi, inseguono il successo in modo diverso. Gli automatismi del Napoli non sarebbero praticabili cambiando formazione ogni settimana: quello di Sarri è un calcio bello, positivo, offensivo. La Juve ogni tanto ha una giornata più negativa, cambia spesso uomini e sistemi. Allenando da quarant’anni so com’è difficile far giocare bene ed è notevole che Sarri ci sia riuscito così presto. Però un allenatore non è solo gioco. Le loro schermaglie? Sempre successe, sono botta e risposta che coinvolgono tutti, dai presidenti ai ds: si fa tutto per dare fastidio ai rivali". La Juventus è più completa, ma non è vero che il Napoli non ha top player: "Mertens, Insigne e Hamsik sono fuoriclasse. Certo oggi la Juve ha due squadre. Dybala?  Tutti questi accostamenti a Messi lo hanno danneggiato. L’impressione è quella di un bravo ragazzo, serio, forte: deve solo ricordare i campioni che alla Juve l’hanno preceduto senza sfondare subito. Da Platini a Zidane che era preoccupatissimo: un giorno gli parlai, gli dissi tutti abbiamo fiducia in te, e dalla domenica successiva non si fermò più".


Tags: juventus napoli marcello lippi

Articoli Correlati