Sport E Vai  Sport e Vai
Martedì 13 Aprile 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Lautaro scaccia fantasmi e dubbi: ora l'Inter sa che non è un Gabigol-2

30/09/2018 10:30

Lautaro scaccia fantasmi e dubbi: ora l'Inter sa che non è un Gabigol-2  |  Sport e Vai

Dieci minuti per mettersi alle spalle tutto. La paura, perchè puoi essere un giocatore della tua nazionale ma giocare a San Siro da titolare con tanta pressione sulle spalle non è facile per nessuno. Le perplessità, perchè in tanti avevano cominciato a dubitare delle sue qualità dopo averlo visto all'opera nelle prime uscite. I fantasmi del passato (i tifosi nerazzurri sono ancora scottati da tanti bluff, specie per i centravanti annunciati come top e risultati veri flop come Gabigol che è solo l'ultimo di una serie che annovera anche i Pancev). Lautaro Martinez s'è preso l'Inter in dieci minuti. Un'incornata degna del suo soprannome, che ne sottolinea le caratteristiche da bomber vero, dotato di istinto, forza fisica, tecnica. Lo aveva quasi pronosticato Spalletti alla vigilia: "Lautaro ha nel Dna la possibilità di essere il terminale offensivo dell'Inter" e ne ha avuto la conferma dopo la partita col Cagliari: Lautaro è forte, e noi lo usiamo troppo. Poi spiegherò cosa vuol dire... Lui ha la forza di ricevere la palla addosso, girarsi e tirare; poi sa dove può cascare la palla e si avventa con forza. Allenarsi con Icardi nell'attaccare gli spazi giusti lo ha aiutato a imparare qualcosa. Ma ha tutto, qualità, tecnica e forza. E di conseguenza tiro e impatto sul pallone. E' anche un po' egoista, come quando ha voluto concludere sul due contro uno; ma non fa male quel filo di egoismo". Troppo egoista, però, a voler trovare il pelo nell'uovo, per giocare assieme a Icardi. Almeno non è ancora il momento, come ha spiegato sempre Spalletti: “Due giocatori come Lautaro e Icardi per il momento la squadra non se li può permettere. Lautaro ha forza nell'andare all'impatto con il pallone, è un giocatore forte. M a poi ci sono gli equilibri, questo turn over permette a qualche calciatore di avere il muscolo libero". Lui per ora non ci pensa, si gode il momento e aspetta la prossima chance. All'Inter come con l'Argentina. Lautaro c'è.


Tags: inter martinez spalletti

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE