Sport E Vai  Sport e Vai
Giovedì 21 Ottobre 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Lacrime Conti, ricordo Cabrini: Commozione a funerali Rossi

12/12/2020 10:43

Lacrime Conti, ricordo Cabrini: Commozione a funerali Rossi |  Sport e Vai

Le lacrime inarrestabili in chiesa di Bruno Conti e quelle di Roby Baggio, la commozione di Cabrini e Tardelli - in prima fila nel portare la bara di Paolo Rossi al Duomo di Vicenza - i ricordi di chi lo ha conosciuto e amato. I funerali di Paolo Rossi si sono tenuti oggi. lla cerimonia funebre partecipano solo 250 persone a causa delle restrizioni dovute all'emergenza da Covid-19. Il presidente della Figc, Gravina, ha deposto una maglia azzurra della nazionale italiana con il n.20 sul feretro.

Il ricordo di Cabrini in chiesa emoziona tutti

Dal pulpito ha emozionato tutti Cabrini dicendo

Non ho perso solo un compagno di squadra, ma un amico e un fratello. Insieme abbiamo combattuto, vinto e a volte perso, sempre rialzandoci anche davanti alle delusioni. Siamo stati parte di un gruppo, quel gruppo, il nostro gruppo. Non pensavo ti saresti allontanato così presto, ma che avremmo camminato ancora tanto insieme. Già mi manchi, le tue parole di conforto, le tue battute e i tuoi stupidi scherzi. Le tue improvvisate e il tuo sorriso. Mi manca proprio tutto di te, oggi voglio ringraziarti perché se sono quello che sono lo devo anche al meraviglioso amico che sei stato. Io non ti lascerò mai, ma tu stai vicino a tutti noi, come io starò vicino a Federica e ai tuoi figli

Fulvio Collovati ha ricordato l’amico così

Io penso di essere stato il primo quando alle 3 Federica (la moglie) ci ha mandato il messaggio, ufficializzando la notizia. Ci ha scritto “Mi raccomando non dimenticalo”. Ma come facciamo a dimenticarlo? Io gli devo molto perché sono Campione del Mondo grazie a lui

Queste le parole principali invece dell'omelia che ha fatto il prete che ha celebrato la funzione: "Paolo Rossi ci ha lasciato con sorpresa, la stessa sorpresa con cui i difensori se lo vedono arrivare da dietro e segnare. Neanche gli amici stretti conoscevano la gravità del male perché Paolo ha vissuto la malattia con discrezione, con garbo come sempre. Paolo era anche un grande cristiano, gli passò perfino per la testa di entrare in seminario ma ha sempre detto che la fede era importante per lui. E penso al momento della squalifica. Ora Paolo giocherai nella nazionale di lassù. Paolo ci ha lasciato sì ma ci ha lasciato un tesoro di cose belle e semplici, le ha seminate, sono germiogli, ora tocca a noi tutti raccogliere il testimone e far crescere questi germogli. Cito una canzone di Renato Zero che dice "benedici attori, il popolo del circo, la gente che comunica e sorride sempre" nell'elenco mettiamo anche te Paolo. Grazie per aver sognato tanta gente e averci insegnato a vivere".
 

 

 

 


Tags: funerali Paolo Rossi cabrini

Articoli Correlati