Sport E Vai  Sport e Vai
Mercoledì 26 Gennaio 2022
SEGUI SPORTEVAI SU

Kondogbia: Pioli ci ha motivato, con De Boer brutta parentesi

21/03/2017 12:50

Kondogbia: Pioli ci ha motivato, con De Boer brutta parentesi |  Sport e Vai

KONDOGBIA PIOLI INTER - Uno dei tanti miracoli di Stefano Pioli è il recupero di Geoffrey Kondogbia. Il francese messo sulla graticola dopo poche apparizioni con la maglia nerazzurra, che non giustificavano l'esoso esborso economico per il suo cartellino(31 milioni di euro + bonus) si sta riprendendo la fiducia dei tifosi dell'Inter e della società. Per lui parlano le statistiche, notevolmente migliorate dopo l'addio di Frank De Boer: 11 match da titolare in 13 partite con Pioli in panchina, condite da una media invidiabile di 8,9 palloni recuperati a partita; solo 4 gare dal 1' su 5 complessive con il tecnico olandese, con "soli" 4,8 palloni recuperati ogni gara, con l'umiliante sostituzione contro il Bologna dopo 28' di gioco. Una trasformazione che è evidente sotto tanti altri aspetti, con il francese che adesso gode della stima del tecnico emiliano e gioca molto più disinvolto.

Nel corso della puntata di Football Show su BeIn Sports France, il centrocampista ex Monaco ha parlato delle differenze tra i due tecnici: "Con Pioli mi trovo meglio per tante ragioni. E' vero che sono più a mio agio con i suoi schemi, e che nel calcio si parla molto di tattica, ma il motivo per cui mi sto esprimendo su livelli più alti è mentale: lui mi ha dato fiducia e consapevolezza, così come ha fatto con tutta la squadra. E' questa la cosa che conta di più per me, a prescindere dal modulo. Con De Boer non è andata così e la sostituzione contro il Bologna è stata un'uscita mediatica che non mi è piaciuta. Io gli dissi che non ero d'accordo ma che le decisioni spettavano a lui, e non potevo contraddirlo. Forse se avesse continuato ad allenare l'Inter io avrei avuto maggiori difficoltà ad esprimermi. Comunque dopo quell'episodio io ho pensato solo a lavorare e allenarmi sempre meglio, perchè era l'unica strada per venirne fuori. Anche altri giocatori come Brozovic, non erano a loro agio con il tecnico olandese".

Kondogbia parla dei meriti di Pioli come motivatore di tutto il collettivo: "C'era una situazione difficile e complicata per tutta la squadra, ma il mister è stato bravo a risollevare il morale di tutti noi; conosceva già Candreva dai tempi della Lazio e poi ha dato la giusta fiducia a me, a Banega e ora anche a Gagliardini, che è un giocatore eccezionale nel giro della Nazionale". Infine un aneddoto sul suo arrivo all'Inter in estate: "Ricordo che c'erano molte società interessate a me, tra cui anche il Milan. Io ho scelto l'Inter e sono contento della mia scelta, perchè ho visto un progetto migliore, e poi ha influito anche mister Roberto Mancini, che mi ha parlato apertamente scambiando idee su quelli che erano i programmi per me e per l'Inter".

Valter Spada


Tags: inter pioli Kondogbia de boer

Articoli Correlati