Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 15 Agosto 2022
SEGUI SPORTEVAI SU

Juventus, ma quale rifondazione? Il club non cambia rotta dopo ko col Real

05/04/2018 09:41

Juventus, ma quale rifondazione? Il club non cambia rotta dopo ko col Real  |  Sport e Vai

L'emozione del momento può portare a brutti scherzi e il day-after i tre schiaffoni del Real Madrid indubbiamente deve portare a una riflessione ma si va fuori strada, come pure ipotizzano diversi giornali, a parlare di rifondazione Juventus. La quasi certa eliminazione dalla Champions per mano delle merengues non porterà a nessuna rivoluzione. E' vero che qualcosa cambierà l'anno prossimo ma tutto era stato già previsto e sarebbe successo in ogni caso, anche se si fosse arrivati fino in fondo in coppa. Fa sensazione parlare e scrivere di rifondazione ma le cose non stanno così. Che Buffon probabilmente (e manco è detto) lasci a fine stagione è cosa nota e arcinota, del resto Szczesny era stato preso con largo anticipo proprio per questo. In difesa ci sarà qualche nuovo innesto, certo ma si può parlare di sorpresa dell'arrivo dall'Atalanta di Caldara e Spinazzola? Si sapeva da un anno. Con loro resteranno sia Benatia che Rugani, così come De Sciglio ma anche Barzagli e Chiellini che rinnoveranno. Anche l'addio di Lichtsteiner era da tempo in agenda mentre per Asamoah l'ipotesi rinnovo resta ancora in piedi, benchè difficile. Pronto però l'assalto a Matteo Darmian del Manchester United. A centrocampo arriverà probabilmente Emre Can. Qualcuno si meraviglia visto che se ne parla da un anno? E se anche Marchisio dovesse andare in Mls da qui a parlare di rifondazione per l'addio del Principino che non gioca praticamente mai ce ne vuole. Resteranno invece Pjanic, Khedira, Bentancur e Matuidi, così come Douglas Costa, Federico Bernardeschi, Cuadrado e Gonzalo Higuain. Confermato "al 90%" anche Dybala, che sta tra l'altro perdendo estimatori in giro per l'Europa mentre Marotta è già al lavoro per un altro colpo a sorpresa. L'unica vera rifondazione sarebbe un addio di Allegri ma niente lascia pensare al momento a questa soluzione. La parola giusta, insomma, è continuità non rivoluzione.

Stefano Grandi
 


Tags: juventus real rifondazione

Articoli Correlati