Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 12 Aprile 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Juve, Pirlo: Volevo cambiare al 60', vi spiego

27/02/2021 23:09

Juve, Pirlo: Volevo cambiare al 60', vi spiego |  Sport e Vai

Andrea Pirlo analizza la prestazione della Juventus sul campo del Verona ai microfoni di Dazn, una prova in chiaroscuro che ha fruttato un solo punticino in classifica e che ha scontentato i tifosi a casa. Bianconeri a corto di fiato nel finale e meritatamente raggiunti dalla formazione guidata da Juric. 

Juve, parla Pirlo

Ecco le parole dell'allenatore della Juventus a fine gara:

"Dispiace, sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, sporca. L'avevamo interpretata bene, passando anche in vantaggio che era la cosa più difficile. Non siamo riusciti a tenere il risultato, sul gol dovevamo accorciare prima. Siamo venuti meno nelle accortezze, succede quando si gioca con tanti giovani. Mancava l'esperienza, c'erano pochi giocatori che capivano i momenti della partita. Ho chiesto a Ronaldo e Alex Sandro di farsi sentire, purtroppo non è bastato". 

Pirlo e i cambi che mancano

A un certo punto Pirlo avrebbe voluto cambiare assetto di gioco, il problema è che non aveva alternative in panchina:

"Passare a quattro in difesa? Ci ho pensato, guardando in panchina però non avevo giocatori di ruolo. Ho messo Di Pardo che però è più un quinto che un terzino, dopo il 60' diversi giocatori erano stanchi, ma l'avevamo messo in preventivo. Volevamo giocare col 3-4-2-1 per dare pressione sui loro difensori, nel secondo tempo ci siamo abbassati quando è calata l'intensità e sono arrivate le occasioni del Verona sugli esterni". 

Pirlo e la Ronaldo-dipendenza

Infine sulla Ronaldo-dipendenza della Juve:

"Il campo non era nelle migliori condizioni e subito ci arrivava un giocatore addosso, il Verona è un avversario difficile. Con tante partite ravvicinate manca un po' di lucidità, soprattutto contro certi tipi di avversari che ti pressano a tutto campo. Oggi era difficile costruire dal basso, vuoi per le condizioni del terreno, vuoi per la pressione del Verona. Obiettivi? È dall'inizio dell'anno che giochiamo ogni tre giorni, dobbiamo guardare partita per partita e vedere dove saremo in classifica. Ronaldo-dipendenti? Mi piacerebbe contare su Dybala e Morata, ma in questo momento non ci sono".


Tags: juventus verona pirlo

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE