Sport E Vai  Sport e Vai
Martedì 17 Maggio 2022
SEGUI SPORTEVAI SU

Juve, curve chiuse per due turni dopo cori razzisti contro napoletani

11/11/2013 17:40

Juve, curve chiuse per due turni dopo cori razzisti contro napoletani |  Sport e Vai

Rimarrano chiuse per le prossime due gare interne le curve della Juventus dopo i cori di discriminazione territoriale intonati dai tifosi bianconeri durante la gara di ieri sera contro il Napoli. Il provvedimento del Giudice Sportivo Tosel, infatti, tiene conto anche della squalifica già comminata ma ritenuta sospesa dopo la gara con il Genoa. Per cui al turno di stop per i cori anti-napoletani si aggiunge quello che era in stand-by e che sarebbe stato reso operativo in caso di recidività. Questo il testo del comunicato del Giudice: “Si attesta che prima dell’inizio della gara  (ore 19.36, 19.50, 20.00 e 20.07) e durante la gara stessa (11°, 14° e 30° primo tempo; 31 e 34° secondo tempo) sostenitori della soc. Juventus, collocati nei settori denominati “Curva Sud” e “Curva Nord”, hanno intonato i cori “Lavali, lavali, lavali col fuoco, o Vesuvio lavali col fuoco - senti che puzza, scappano anche i cani, stanno arrivando i napoletani, o colerosi terremotati, voi con il sapone non vi siete mai lavati, Napoli m.... Napoli colera sei la vergogna dell’Italia intera  – uccidete questi bastardi”; ritenuto che tale condotta integra inequivocabilmente, senza la necessità di ulteriori approfondimenti, gli estremi del “comportamento discriminatorio per origine territoriale”  delibera  1) di sanzionare la soc. Juventus con l’ammenda di € 50.000,00 e con l’obbligo di disputare una gara con i settori denominati “Curva Sud” e “Curva Nord” privi di spettatori; 2) di disporre ex art. 16, n. 2 bis CGS la revoca della sospensione dell’esecuzione della sanzione deliberata con CU 66 del 28 ottobre 2013 in riferimento alla gara soc. Juventus – soc. Genoa del 27 ottobre 2013”. Due quindi le gare con le curve chiuse per lo Juventus Stadium. Punito anche il Napoli con un’ammenda di 50mila euro “per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, lanciato nei settori occupati dai sostenitori della squadra avversaria cinque petardi ad alto potenziale ed oggetti contundenti di varia natura, creando panico e costringendo quattro persone a ricorrere alle cure dei sanitari”.

Stefano Grandi

 


Tags: juventus napoli stadio razzismo cori discriminazione curve

Articoli Correlati