Sport E Vai  Sport e Vai
Martedì 20 Aprile 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Jorginho non sta con Sarri: Non so se ci ricorderanno se non vinciamo

21/03/2018 13:06

Jorginho non sta con Sarri: Non so se ci ricorderanno se non vinciamo  |  Sport e Vai

Come l'Olanda anni '70 o come tanti eterni secondi caduti nel dimenticatoio per non aver vinto? La brutta vittoria o la grande bellezza ma senza trofei? Anche Jorginho, dal ritiro della nazionale, è chiamato a rispondere al dibattito manicheo tra Juve e Napoli: "Essere ricordati solo per il gioco non è semplice, sarà il tempo a dirlo. Stiamo facendo divertire molta gente, non so se saremo ricordati comunque, essere belli e vincenti sarebbe la cosa perfetta, non si riesce sempre, ma dobbiamo credere ognuno nella propria idea. A Napoli crediamo in quella idea di gioco, speriamo di vincere, anche se non è detto. Vogliamo fare il meglio possibile". Al big-match con la Juve manca un mese: “Lo scontro diretto sarà molto importante, ma ci sono molte partite da giocare dove tutti cercheranno di fare il meglio. Non dobbiamo mai accontentarci, ho sempre voglia di migliorare. Quando stai crescendo e pensi di essere arrivato... scendi. Ascolto molto, i miei compagni e lo staff. C'è da imparare da tutti". Il play del Napoli chiude così il discorso sul suo club e passa alla Nazionale. Anche con Di Biagio dovrebbe essere utilizzato in un centrocampo a tre. "Mi trovo bene, abbiamo giocatori di qualità e caratteristiche per giocare un bel calcio. Sinceramente credo che per me la mediana a tre sia la migliore, ma se devo giocare a due cerco di adattarmi velocemente a ciò che mi chiede il tecnico". Che non è diverso da quello che gli chiede Sarri: “Tra qui e Napoli non cambia molto, perché giochiamo in una maniera simile".Con Verratti al suo fianco, una scommessa di Di Biagio far coesistere due play: “è di qualità, quando c'è diventa tutto più facile, si può coesistere". Dopo un passaggio sulla sciagurata di San Siro contro la Svezia (“Abbiamo fatto quello che potevamo fare. Credo che abbiamo dato tutto, abbiamo avuto anche le occasioni, purtroppo non siamo riusciti a concretizzare. C'era tanto entusiasmo, intravedevamo un'opportunità. Ora dobbiamo pensare al futuro") Jorginho assicura di non avere rimpianti per non essere stato scelto dal Brasile, casomai per non essere stato chiamato prima dall'Italia: "Se ci dev'essere un rimpianto non dev'essere mio... quando sono stato chiamato ho cercato di farmi trovare pronto. Certo, mi dispiace troppo per quello che è successo, avrei voluto dare una mano in più, ma non è stato per colpa mia. Per il Brasile non ho nessun rimpianto, questo paese mi ha dato l'opportunità di realizzare il mio sogno, di diventare un calciatore. Ci tenevo tanto, poi non arrivava questa convocazione... allora veniva fuori il discorso del Brasile, un po' ci pensi, ma non ho nessun rimpianto". Con l'Argentina per lui è un mezzo derby: “Una gara molto importante, quando giochi contro le nazionali di un certo livello sono comunque opportunità importantissime per noi, per capire dove siamo, cosa dobbiamo migliorare e crescere. Vogliamo essere positivi e credere molto in quello che stiamo facendo in questi giorni". Ritroverà da avversario Higuain: “Non dobbiamo avere paura, essere consapevoli della loro forza ma anche delle debolezze. Dobbiamo avere il coraggio di giocare il nostro calcio, fare male quando ci sarà occasione. Gonzalo? Nel calcio vai e vieni, alle volte rimani più in contatto con alcuni, altri no. I buoni rapporti rimangono sempre".


Tags: napoli Jorginho di biagio

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE