Sport E Vai  Sport e Vai
Venerdì 23 Febbraio 2024
SEGUI SPORTEVAI SU

Inter, Vieri rivela le liti feroci con Zaccheroni e Branca: quanti aneddoti

02/07/2022 17:49

Inter, Vieri rivela le liti feroci con Zaccheroni e Branca: quanti aneddoti |  Sport e Vai

Era in vena di ricordi e aneddoti Christian Vieri nella puntata finale a teatro della sua Bobo-tv. L'ex bomber ha raccontato alcuni episodi bollenti del suo periodo all'Inter, come si legge su Fcinternews:

"Quando andavamo in giro, avevamo sempre il programma. Alle 22.30, quando era ora di rientrare in camera per il ritiro, scrivevo sempre: 'Dirigenti Inter, fate schifo, siete scarsi e ridicoli'. Perché avevo questo pensiero qui. Però si sapeva che ero io, quindi si rideva... Poi ci fu l'anno dell'arrivo di Alberto Zaccheroni e Marco Branca, che quando lo vidi capii subito che ci sarebbe stato da litigare con lui. Una volta in aeroporto dovemmo fare la fila dietro ai giornalisti per prendere il volo per una trasferta in Champions, e allora riscrissi: 'Dirigenti Inter ridicoli, date le dimissioni'. Dopo la partita in Ucraina, che ci costò l'eliminazione, con la coda dell'occhio vidi Branca arrivare e pensai: 'Ecco che viene a rompere il ca..o'. Arriva lui e chiede conto di quella frase, io ammisi le mie responsabilità e lui mi disse: 'Sai, meglio non scriverla...'. Io replicai: 'Lo faccio da cinque anni, però se vuoi non lo faccio più, nessun problema'".

"Qualche giorno dopo mi chiama Zaccheroni e mi dice che la domenica dopo voleva farmi riposare. Capii che c'entrava anche quella frase e anche lui disse: 'Sì, è anche per quella roba là...'. Io capisco subito se uno mi dice cazzate: presi e andai via. Il sabato Marco Materazzi mi prendeva in giro sul pullman per due ore fino a Bologna; arrivammo che ero una belva. Dopo venti minuti eravamo avanti 2-0 con gol di Julio Cruz e Obafemi Martins, io entro per gli ultimi 20'. Al 90esimo faccio un tiro da 30 metri, Gianluca Pagliuca la prende, finisce la partita e rientro nello spogliatoio che ero una belva. Arrivo nello spogliatoio, apro la porta, e chi trovo a prendere un té caldo? (Non fa il nome, ma il riferimento è presumibilmente a Branca). In 25 non riuscirono a staccarmi da lui. In quel momento dissi a Zaccheroni di non parlarmi più. A Branca scrissi un messaggio, del quale non posso rivelare il contenuto; poi chiamai in sede dicendo che se lo avessi visto alla Pinetina avrei spaccato la sede. Da quel giorno non venne più"

 


Tags: branca vieri zaccheroni

Articoli Correlati