Sport E Vai  Sport e Vai
Mercoledì 14 Aprile 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Inter, Mancini insiste: L’anno prossimo lotteremo per lo scudetto

21/03/2015 14:52

Inter, Mancini insiste: L’anno prossimo lotteremo per lo scudetto |  Sport e Vai
L’appello di Thohir non è stato lanciato invano: il tycoon indonesiano non vuole ancora rassegnarsi ad un’Inter senza le coppe per il prossimo anno e Mancini ha recepito il messaggio. In cuor suo forse il tecnico dell’Inter preferirebbe una stagione senza tanti impegni per puntare al campionato ma ai diktat dall’alto non si comanda: "L’Europa League resta il nostro obiettivo. Assolutamente, dovremo cercare di raggiungerla. A parte il dispiacere di tutti per l'eliminazione, è chiaro che dopo tutto deve passare e pensare in positivo, ma senza pensare al prossimo anno. Ora dobbiamo considerare le undici partite rimanenti, con 33 punti a disposizione tutto è possibile. L'anno prossimo potremo lottare per il campionato, sicuramente ci saranno nuovi elementi che daranno una mano, ripeto: lotteremo per lo scudetto. Credo che il club troverà risorse per fare una squadra competitiva. Sono tanti anni che la classifica non è quella solita, non è questo il dna dell'Inter. Con giocatori di esperienza tutti miglioreranno". Con il presidente ha avuto modo di confrontarsi: "Il presidente era molto dispiaciuto dopo la partita, ma pensa positivo. Vuole centrare l'Europa League, come tutti noi, ed è molto vicino a noi, nonostante sia lontano. Tiene il nostro morale molto alto, anche lui pensa che dobbiamo arrivare all'Europa per preparare la prossima stagione al meglio". Il ko con il Wolfsburg brucia ancora: "Nessuno è infallibile, nel tempo occorre tanto lavoro. Nessuno ha la 'bacchetta magica'. Ci sono stati degli errori, ma tutti hanno sempre dato il massimo, anche se purtroppo non siamo riusciti a fare bene in Europa League. Non voglio che passi il concetto che la squadra non stia dando il massimo. Purtroppo facciamo degli errori. I miei uomini hanno dato tutto, anche se dopo il pareggio sarebbe servito qualcosa di più. La prestazione non è solo quella tecnica, ma anche quel qualcosa che deve andare oltre, per dare la spinta anche al pubblico". Domani c’è la sfida all’amico Mihajlovic e alla sua Sampdoria: "Gli voglio bene, per lui sarebbe una grandissima opportunità andare al Milan come si sente dire in giro. Sarei contento per lui, è un grande allenatore. Cosa ha in più di me? E’ più giovane…”. Il tecnico blucerchiato ha detto che in futuro gli piacerebbe lavorare con Mancini ma l’allenatore dovrebbe essere lui: “Potrebbe anche accadere, non voglio allenare fino a 80 anni". In campo si dovrebbe rivedere Shaqiri (“potrebbe essere un'opzione, assolutamente") per una partita che non è mai come le altre per un ex doriano come il Mancio: "Nessuno può dimenticare quegli anni, ho giocato con tantissime persone importanti per me. Ripeto, sono stati anni straordinari, il cuore però è un'altra cosa. Anche l'Inter è un pezzo della mia vita. Sarà un piacere tornare a Genova. Ferrero? Non lo conosco molto bene, mi sembra molto simpatico". Stefano Grandi

Tags: sampdoria inter mancini europa wolfsburg shaqiri thohir

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE