Sport E Vai  Sport e Vai
Martedì 9 Agosto 2022
SEGUI SPORTEVAI SU

Inter, Mancini: Falso che sia deluso da Shaqiri, farà grandi cose

24/04/2015 15:50

Inter, Mancini: Falso che sia deluso da Shaqiri, farà grandi cose |  Sport e Vai
Un rush finale all’insegna dell’orgoglio, cominciando col battere la Roma domani sera, e un futuro programmato per tornare in alto. E’ quanto chiede Mancini all’Inter. Il tecnico rassicura sulla volontà della società di investire con o senza Tourè (“Ormai chiedete solo questo. Il presidente ha voglia di fare una grande squadra, non credo ci siano grandi problemi, le trattative a volte si concludono, a volte no per delle problematiche, posso dire ai tifosi di stare tranquilli perché Thohir vuole fare una grande squadra”) e non si sente battuto nel big-match del Meazza: “La Roma ha disputato un ottimo campionato, è più pronta, ma noi siamo migliorati tanto”. Continua a tener banco il caso-Shaqiri, che per alcuni sarebbe una mezza delusione finora ma non per Mancini: “E' una cosa che non esiste, lo abbiamo comprato a gennaio perché pensiamo possa avere un grande futuro all'Inter, i giocatori possono calare a livello di condizione e qualcun altro sta meglio, ha la nostra piena fiducia, ha cambiato squadra, è normale che possa avere un calo. Non può vincere tutte le partite da solo, si può calare e ci sono altri giocatori per questo. nelle ultime settimane sotto tono, ma ora si è ripreso. Se giocasse Shaqiri riposerebbe Hernanes ma Hernanes merita di giocare in questo momento, è solo una scelta tecnica. Noi lo abbiamo preso perché crediamo nelle sue qualità, se hanno ceduto è perché hanno tanti giocatori, lui ha bisogno di giocare e l'Inter poteva essere la migliore soluzione, siamo felici e sono d'accordo, farà grandi cose l'anno prossimo”. Magari proprio assieme a Yaya Tourè: “Yaya è un giocatore del City ancora, è in un grande club, non so se ci sarà questa possibilità, posso pensare che avendo giocato quasi in tutti i campionati d'Europa non ha mai giocato in Italia, potrebbe essere importante per lui. L'Inter è un club importante, non è un club qualsiasi. Può giocare ovunque a centrocampo, ma non sappiamo se arriverà ora, i giocatori che avremo a disposizione. Tranne in porta può giocare ovunque”.  Un occhio al presente e uno al futuro (“L'Inter è l'Inter, non è una squadretta qualsiasi, ha alle spalle qualcosa di importante. Nelle partite contro squadre davanti non abbiamo mai sfigurato, magari abbiamo perso, ma non hanno mai dominato, potevamo anche vincere, il gap non è enorme. E' importante avere giocatori con grande qualità per dare esperienza ai giocatori che ci sono oggi”) ma anche un elogio all’arbitro Orsato che dirigerà la partita contro i giallorossi: “Fischia poco, a me piacciono arbitri così. Banti lo considero un grande arbitro, si possono commettere errori che non dipendono sempre dall'arbitro, ci siamo confrontati alla fine, è stata una buona cosa”. A vincere domani Mancini ci tiene eccome:  “Non si gioca mai per perdere, nemmeno tra amici sulla spiaggia, questa sfida negli ultimi 10 anni è stata quasi sempre per lo scudetto, per questo motivo è importante vincere e per tenere vive le poche speranze che ci sono e per dare continuità alle ultime partite. La Roma è stata una grande squadra, lo è ancora, ora un po' in difficoltà, ma si affrontano grandi giocatori. Sarà difficile, la Roma deve giocare per secondo posto, sarà dura e difficile. Finché ci sono i punti c'è sempre una speranza, vedremo tra due o tre partite. oggi dobbiamo pensare a vincere la partita di domani. Questa settimana sarà importante, ci sono molte partite”.  

Tags: Roma inter mancini hernanes shaqiri orsato thohir

Articoli Correlati