Sport E Vai  Sport e Vai
Domenica 9 Maggio 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Inter, Djorkaeff: Ronaldo? un folle, Simoni un papà e quel regalo...

13/04/2021 23:41

Inter, Djorkaeff: Ronaldo? un folle, Simoni un papà e quel regalo... |  Sport e Vai

Nei suoi tre anni all'InterYouri Djorkaeff ha saputo entrare nei cuori dei tifosi nerazzurri. Oggi, a distanza di qualche anno, il trequartista francese è tornato a parlare della sua esperienza sotto la Madonnina con il quotidiano L'Equipe. Dal rapporto con Moratti, agli allenamenti con Simoni e Ronaldo "il fenomeno", fino al regalo di Natale che non ti aspetti

Ronado? Un folle

Pantendo da Ronaldo, Djorkaeff racconta:

Ronaldo è stato il miglior calciatore con cui abbia mai giocato. Tutto quello che ha fatto è stato folle. Riusciva a rifare in partita tutto quello che provavamo in allenamento, non c'erano differenze per lui. Tantissime volte è capitato anche a noi di fermarci a guardarlo passare in mezzo a due o tre giocatori all'interno dell'area piccola, tutto con una facilità disarmante. Quando lo faceva, rideva anche Simoni.

Djorkaeff e Simoni

Sul suo anno con Gigi Simoni, Djorkaeff spiega:

Simoni? Personalmente lo reputo il mio miglior allenatore. Lui è rimasto con noi all'Inter una sola stagione, ma mi è bastato per apprezzarlo. Era come un padre e ricordo benissimo quando al suo primo allenamento entrò nello spogliatoio ringraziandoci per poter essere il nostro allenatore. Però, ricordo anche che spesso gli chiedavamo di ridurre l'allenamento. Con Ronaldo era difficilissimo tenere il passo e lui a Natale ci regalò uno schiaccianoci...

Il rapporto con Moratti

Infine, Djorkaeff si sofferma sul suo arrivo in nerazzurro e sul suo rapporto con Massimo Moratti:

Quando sono arriva in nerazzurro ero un po' triste perché avevo lasciato il PSG dopo un solo anno nonostante avessi un contratto biennale. Però l'Inter e il Barcellona hanno fatto l'offerta giusta per prendermi e così ho dovuto salutare. A farmi scegliere l'Inter è stato Moratti, che ha messo tutti i suoi mezzi per acquistarmi, e non parlo solo dal punto di vista economico. Mi ha raccontato dell'Inter e dei suoi progetti, della storia che voleva scrivere e mi ha convinto. Quando poi arrivai a Milano, ricordo che mi disse di aver visto la finale di Coppa della Coppe che avevo appena vinto con il PSG e mi conquistò ulteriormente.


Tags: inter ronaldo Djorkaeff

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE