Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 15 Agosto 2022
SEGUI SPORTEVAI SU

Il rimpianto di Chiellini: Non dovevo accettare la Juventus nel 2006

04/06/2022 10:23

Il rimpianto di Chiellini: Non dovevo accettare la Juventus nel 2006 |  Sport e Vai

Sono giorni che occupa le pagine di giornali e riviste, per Giorgio Chiellini che ha lasciato la nazionale e si appresta a chiudere la carriera negli Usa è il momento di tracciare bilanci e di raccontare aneddoti. Interessanti quelli che rivela al magazine della Gazzetta "Sportweek". Un rimpianto nella sua ricca carriera c'è, ecco quale

La Juve è stata la più grande fortuna della mia vita, ma sarebbe stato più semplice restare nel giro della Nazionale se fossi rimasto alla Fiorentina, giocando con più continuità. Forse se il trasferimento fosse slittato sarei entrato nella rosa del Mondiale 2006... Dopo la semifinale chiamai il mio agente, Davide Lippi e gli dissi: 'Io a Berlino ci devo essere'. Con Buffon, Cannavaro, Del Piero e Zambrotta avevo condiviso l'anno di Juve, c'erano tanti miei amici.

Cos'è la Nazionale per me? E' l'aspirazione massima di ogni bambino. E' l'unica che unisce tutto il Paese e per questo ha un valore emozionale che va ogni oltre club. Ho avuto la fortuna di fare tutte le Nazionali giovanili, dall'Under 15 in poi. Abito a Coverciano dal lontano 1999 e ho vissuto tutte le maglie azzurre con grandissimo orgoglio. Ho affrontato giocatori che poi hanno fatto la storia, come Tevez e Mascherano. Ricordo un torneo Under 17 in cui siamo usciti contro la Spagna di Torres e Iniesta. Non potevo immaginare che li avrei incontrati per 20 anni di carriera. La mia rivalità storica non è con un giocatore, ma con una squadra: i giocatori di Barcellona e Real Madrid sono stati quelli che mi hanno fatto più penare.


Tags: juventus mondiale Chiellini

Articoli Correlati