Sport E Vai  Sport e Vai
Sabato 27 Novembre 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Icardi: Mi vedo all'Inter a lungo, per quest'anno obiettivo Champions

26/10/2017 13:00

Icardi: Mi vedo all'Inter a lungo, per quest'anno obiettivo Champions |  Sport e Vai

Mauro Icardi vede un'Inter da Champions, un'Inter in cui giocherà ancora a lungo. Intervistato da Rivista Undici, il capitano nerazzurro ci tiene anzitutto a ribadire una sua convinzione: i nerazzurri non sono soltanto fortunati, anzi a dire il vero non lo sono affatto. "Non si tratta di fortuna - spiega Icardi - Abbiamo lavorato molto bene in ritiro, cambiando tutto. Spalletti è molto attento. Abbiamo in testa l’obiettivo che ci chiedono tutti: tornare in Champions League. Non ho l’idea dello scudetto, ho solo l’idea del lavoro e del fare bene. Essere il capitano dell’Inter per me non è difficile, posso farlo tranquillamente, ne ho la personalità. Sono orgoglioso di tutto questo, è la mia missione".

"MI HA VOLUTO MORATTI"

Icardi ricorda poi le tappe del suo approdo in nerazzurro: "Quello che mi ha voluto di più è stato Massimo Moratti. Mi ha preso dalla Samp quando avevo 19 anni, ha insistito molto per aversi. Poi c’era Ausilio, ha parlato di tutto con mio padre, il mio procuratore al momento. Sono stati loro due a fare questa cosa". L'anno scorso, uno dei momenti più brutti della sua avventura interista: "A marzo, dopo la pausa per le Nazionali, siamo tornati tutti un po’ persi. Ero arrabbiato, tornavo a casa di cattivo umore. Futuro? Mi vedo qua, spero di fare una lunga strada all’Inter e di vincere qualcosa con questa maglia. Futuro a lunga scadenza? Non nel calcio, non sono come Totti e non farò l’allenatore o il dirigente, ma il papà a tempo pieno".

"FA TUTTO WANDA"

Da ragazzo Icardi stava per andare al Barcellona: "Ho deciso di venire qua in Italia perché ero convinto di poter far meglio che in Spagna. Al Barcellona in quel momento non era facile. Qua mi hanno dato subito la possibilità di giocare ad alti livelli. Wanda Nara? Fa tutto lei, non io. Porta i bimbi a scuola, ai compleanni, fa tutto in casa, va di qua e di là. Cerca il meglio per la nostra famiglia". Chiusura sulla nazionale: "Mi hanno chiamato dalla nazionale italiana Under 21, litigai con quelli della Samp perché non volevo andarci. Anche la Spagna ci provò. Ma io volevo l'Argentina e ce l'ho fatta, ora ho raggiunto l'obiettivo". 


Tags: inter intervista mauro icardi

Articoli Correlati