Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 29 Novembre 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Gastaldello: Una pazzia tornare a giocare, non ci sentiamo sicuri

25/05/2020 09:19

Gastaldello: Una pazzia tornare a giocare, non ci sentiamo sicuri |  Sport e Vai

"Non ci sentiamo sicuri, l'ho detto e non cambio idea. Finire questo campionato è una forzatura, si va incontro a rischi non solo per il coronavirus. Giocare 12 partite in uno spazio di tempo così ristretto si rischia molto, soprattutto giocando in estate. Ho letto anche che vorrebbero giocare alle 16,30, è scandaloso, con queste temperature non è fattibile. Non siamo macchine, come possiamo giocare tante partite ravvicinate quando siamo stati fermi per tanto tempo?". Il giocatore del Brescia Gastaldello è categorico intervenendo a Radio anch'io sport, su Radio1: "Nel resto dell'Italia poi non si percepisce quello che è successo in Lombardia, a Brescia si è vissuto un dramma,  è morta tante gente, per strada mi chiedono come sia possibile tornare a giocare senza rispetto. Tutto deve cominciare prima o poi, chiaro, ma questo campionato ripartirebbe in maniera forzata. Sono passati 3 mesi da quando ci siamo fermati, la forma delle squadre sarà diversa, l'ambiente senza tifosi sarà diverso, non ci si potrà abbracciare dopo un gol, questo non è calcio. Non sono d'accordo neanche con i playoff perché si cambia un regolamento in corsa. Altri sport si sono fermati, così si rischia di compromettere anche il prossimo campionato". Gastaldello è stato tra i pochi ad esporsi: "Ne ho parlato con Tommasi, questa cosa mi ha colpito molto, perché nessuno ha chiesto un parere a noi giocatori sul protocollo? Noi dobbiamo attuarlo, potevamo dare dei suggerimenti. Non è giusto stare zitti e giocare".


Tags: Brescia Gastaldello coronavirus

Articoli Correlati