Sport E Vai  Sport e Vai
Sabato 25 Giugno 2022
SEGUI SPORTEVAI SU

Francesco Rocca: Tradito dalla Roma, io come Mia Martini

31/01/2020 10:05

Francesco Rocca: Tradito dalla Roma, io come Mia Martini |  Sport e Vai

"La mia vita è stata forgiata dal dolore, cosa vuoi che mi tocchi uno striscione? E comunque basta parlarne, ho perdonato e chiuso. Mai odiato nessuno e mai lo farò. Il tifo per me è gioia e passione, chi fa altro non entra nel mio mondo". Intervistato dal Corriere dello sport parla Francesco Rocca, l'ex terzino della Roma insultato assieme a Zaniolo dallo striscione dei tifosi laziali ("Zaniolo come Rocca, zoppo de Roma"). Lo chiamavano Kawasaki perchè sfrecciava sulla fascia come una moto prima dell'incidente. Lui ha tanti rimpianti: "La Roma non mi ha chiamato, me lo sarei aspettato. Se soffro per una claudicanza è stato per quella maglia. Ho dato una gamba per la Roma, con la società non ho niente a che fare da una vita". Da allenatore la sua macchia si chiama Zambia: ko per 4-0 con la nazionale Olimpica ma lui ricorda: "Avevo 37 anni quando Azeglio Vicini mi nominò responsabile della preparazione atletica della Nazionale ai Mondiali del '90: arrivammo terzi senza subire un infortunio muscolare e senza mai abbassare la tenuta. Alcuni giocatori mi accusavano coi club di non farli mangiare, di farli tornare indietro con 3 chili in meno... Fatemi fare un confronto con un nutrizionista, un fisiologo, un ortopedico! La mia storia come quella di Mia Martini? E' vero, io come lei sono stato devastato dalla cattiva nomea. E' un onore per me questo accostamento, solo dopo la sua morte ho capito quanto fosse grande".


Tags: Roma francesco rocca Zaniolo

Articoli Correlati