Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 4 Marzo 2024
SEGUI SPORTEVAI SU

Fascetti: Cassano era da Pallone d'oro come Baggio o Totti

23/08/2022 09:49

Fascetti: Cassano era da Pallone d'oro come Baggio o Totti |  Sport e Vai

   «Appena lo vidi giocare pensai subito che avevamo di fronte un prodigio. Aveva circa 16 anni. Fisicamente fortissimo, in campo non lo buttavano giù neanche le cannonate. Tecnicamente maestoso. E poi sveglio, intelligente. Sapeva pensare giocate prima di tutti gli altri, con una velocità d’esecuzione inspiegabile per un ragazzo così giovane». Intervistato da La Verità Eugenio Fascetti torna a parlare di uno dei suoi pupilli. Ovvero Antonio Cassano che ebbe giovanissimo al Bari. L'ex tecnico aggiunge


    «Cassano è dello stesso livello dei Baggio, dei Totti, dei palloni d’oro. Di sicuro avrebbe potuto raccogliere ancora più soddisfazioni. Ribadisco: è sempre stato un ragazzo molto intelligente. Di certo ha avuto un’infanzia problematica, e il desiderio di rivalsa ha inciso. Sul resto, non saprei».

L'83enne ex tecnico parla poi del calcio di oggi

    Oggi mi stupisco quando vedo i passaggi dal portiere al terzino e viceversa, i troppi palleggi, le idee fisse. Per me il rapporto spazio-tempo è fondamentale, conta giocare in verticale, non sono mai impazzito per per tiki-taka e affini. In ogni era emerge un’idea nuova, che spesso tanto nuova non è. Pensiamo al falso nueve: già nel 1952, la grande Ungheria impiegava Hidegkuti in un ruolo simile, trasformandolo in un centravanti di manovra a cui molti, in seguito, si sono ispirati. Valgono i corsi e ricorsi della storia. Già l’Uruguay del 1950 giocava a cinque. Un bravo allenatore deve saper osservare, capire, rielaborare alla bisogna a seconda dei mezzi che ha a disposizione. Per me questa è l’essenza del mestiere


Tags: cassano baggio Fascetti

Articoli Correlati