Sport E Vai  Sport e Vai
Domenica 7 Agosto 2022
SEGUI SPORTEVAI SU

Euro 2016: gironi, risultati, classifiche, calendario e approfondimenti

10/07/2016 23:40

Euro 2016: gironi, risultati, classifiche, calendario e approfondimenti |  Sport e Vai

Tutto quello che c'è da sapere su Euro 2016. Il calendario aggiornato della competizione francese, gli orari delle partite, i risultati, le classifiche dei gironi, tutto in un unico articolo su Sportevai.it. L'estate calcistica regala emozioni, tra Euro 2016 e Copa America.

FINALE

10 LUGLIO - Il Portogallo è campione d'Europa. La finale di Saint-Denis si decide al minuto 109, quando Eder lascia partire il missile di destro che colpisce al cuore Lloris e i francesi. Finisce 1-0 per i lusitani, che finalmente trovano la gloria internazionale spesso soltanto sfiorata. Piange invece la Francia di Deschamps. Portogallo che vince - di fatto - senza il suo campione più rappresentativo, Cristiano Ronaldo, messo ko nel primo tempo da Payet e costretto ad uscire. Rui Patricio fa il fenomeno su Griezmann e Sissoko ed i lusitani si salvano. Nel finale, poi, ci pensa il palo a dire di no a Gignac. Si va ai supplementari. Il forcing francese continua, il fortino lusitano regge. Guerreiro pareggia il conto dei legni cogliendo una traversa clamorosa su punizione dai 20 metri. Pochi istanti dopo, al 4' del secondo tempo, i lusitani passano. Gran lavoro di Eder che difende palla dagli assalti di Koscielny e spara di destro dai 25 metri, beffando Lloris. Il cielo è rossoverde sopra Parigi. Esulta il Portogallo, per la prima volta nella storia. 

SEMIFINALI

7 LUGLIO - La finale degli europei è Francia-Portogallo. I transalpini superano 2-0 la Germania e volano al match di domenica prossima che chiuderà la competizione. Straordinariamente cinica la squadra di Deschamps, che passa grazie ad una doppietta di Griezmann. Dopo un inizio ottimo della Francia la Germania diventa padrona del campo, ma paga l'assenza di un bomber ed il pessimo europeo di Muller. Sul finire di primo tempo un ingenuo fallo di mani di Schweinsteiger regala un rigore ai "blues", trasformato dall'asso dell'Atletico Madrid. Nella ripresa i tedeschi cercano il pareggio ma sprecano troppo e subiscono anche il raddoppio: gravissimo errore di Kimmich che perde palla in area, Pogba ubriaca Mustafi e mette in mezzo, esce male Neuer che perde palla e consente a Griezmann di insaccare a porta vuota. Si tratta del colpo di grazia, nonostante i teutonici continuino a cercare il gol ma si divorano troppe palle-gol e salutano mestamente il torneo. 

6 LUGLIO - Portogallo-Galles finisce 2-0 e i lusitani sono la prima squadra finalista di Euro 2016. A Lione vince la squadra di Cristiano Ronaldo, che gioca un calcio difensivo nel primo tempo e nel secondo trova la svolta nei minuti iniziali. Il primo tempo è di marca gallese. Per i lusitani ci prova Renato Sanches al 16' da fuori area, poi sale in cattedra Bale ed è un monologo da parte del gallese. Ma la prima frazione di gioco finisce a reti bianche. Nella ripresa dopo appena 5' c'è la svolta: Cristiano Ronaldo su calcio d'angolo trova lo stacco vincente e porta il Portogallo in vantaggio. Il Galles subisce il colpo, i lusitani trovano il raddoppio dopo appena 4 minuti con Nani, fortunato e bravo a deviare sotto porta una pessima conclusione da fuori dello stesso Ronaldo. Nemmeno i cambi riescono a dare la svolta a un Galles alla semifinale stanco e che ha subito anche psicologicamente l'avvio di ripresa choc.

QUARTI DI FINALE

3 LUGLIO - La Francia di Deschamps approda trionfalmente alla semifinale con la Germania travolgendo 5-2 l'Islanda. Bleus a segno già dopo 12' con Giroud, che approfitta di un buco della difesa avversaria su lancio di Matuidi. Il raddoppio al 20', addirittura di testa, ad opera di Pogba su calcio d'angolo. Nel finale di primo tempo Payet dal limite e Griezmann con un perfetto inserimento centrale fissano il risultato sul 4-0. Nella ripresa Sigthorsson in spaccata salva l'onore islandese, ma subito dopo Giroud approfitta di un errore del portiere e realizza il quinto gol. Nel finale gloria anche per l'ex pescarese Bjarnason, autore del 5-2. 

2 LUGLIO - Finisce con le lacrime di Buffon, con gli applausi dei tifosi azzurri, coi sorrisi stralunati dei tedeschi che si ritrovano in semifinale dopo aver visto davanti gli spettri dell'ennesima delusione ad 11 metri, non un centimetro di più. Passa la Germania, esce l'Italia dopo 120 minuti di battaglia, 18 rigori di sofferenza e una maratona di emozioni protrattasi quasi per tre ore. Uno a uno dopo i tempi regolamentari, uno a uno anche al 120'. La lotteria dal dischetto condanna ancora una volta l'Italia (7-6) e premia i tedeschi dopo tanti, troppo errori, ben 7 da ambo le parti. Uno in più, però, per gli azzurri, eliminati ma non battuti. Risultato che si sblocca al 20' della ripresa: Gomez lavora un buon pallone e imbecca Hector, traversone deviato per il tocco di Ozil che batte Buffon. Poco dopo il portierone azzurro salva su possibile autogol di Chiellini, preoccupato da Gomez, e sembra che per l'Italia non ci sia scampo. Ma al 33' c'è rigore: mani di Boateng in area su colpo di testa di Chiellini, dal dischetto Bonucci batte Neuer. Si va ai supplementari e la Germania preme ma non tira in porta. Entrano Insigne per Eder e - a pochi istanti dalla fine - Zaza per Chiellini. Si va ai rigori. Azzurri davanti grazie al palo di Ozil, ma Pellè sbaglia subito dopo. Bonucci fallisce il suo penalty, Schweinsteiger conclude alto quello del matchpoint. Giaccherini segna, ma da qui in avanti la Germania non sbaglierà più. Darmian, al diciassettesimo rigore, si fa ipnotizzare da Neuer ed Hector chiude il conto con un tiro che passa non si sa come tra le mani di Buffon. 

1 LUGLIO - Col punteggio di 3-1 il Galles vola in semifinale dove troverà il Portogallo. Grandissima delusione invece per i "diavoli rossi" di Wilmots che puntavano decisi ad approdare in finale. Primo tempo equilibrato, passa il Belgio grazie ad un gran tiro da fuori di Nainggolan che si insacca all'inctrocio dei pali, ma arriva poi il pareggio di capitan Williams di testa sugli sviluppi di un corner. Nella ripresa dopo il gol splendido di Robson-Kanu spinge molto il Belgio, spreca alcune occasioni e poi arriva il gol di Vokes a chiudere i giochi. A Lille si è fatta la storia per il paese britannico, il sogno potrebbe andare anche oltre.

30 GIUGNO - Il Portogallo è in semifinale ad Euro 2016 senza aver vinto una partita entro i 90'. Contro la Croazia aveva deciso Quaresma al 117', stavolta all'attaccante è toccato il rigore decisivo contro la Polonia, nella sequenza dopo i tempi supplementari. Nell'arco della partita meglio la Polonia, subito in vantaggio con Lewandowski (al 2'), ma Portogallo che prima pareggia con il 18enne Renato Sanches, al primo gol in Nazionale, e poi divora tre gol con Ronaldo. Dagli undici metri tutti a segno prima della parata di Rui Patricio su Blaszczykowski, poi tocca a Quaresma lanciare il Portogallo in semifinale.   

OTTAVI DI FINALE

27 GIUGNO - Inghilterra-Islanda si consegna alla storia come una delle favole più belle del calcio europeo e mondiale. Vince l'Islanda a Nizza e guadagna l'accesso ai quarti di finale, contro la Francia padrona di casa. Finisce 2-1 in favore della nazionale nordica, che scrive una pagina meravigliosa della propria storia calcistica e raggiunge le migliori 8 d'Europa al primo tentativo. Eppure il match si era messo subito bene per l'Inghilterra. Dopo appena 5 minuti Rooney aveva sbloccato il match: Halldórsson atterra in area Sturridge e la nazionale di Sua Maestà guadagna un calcio di rigore. Dal dischetto il calciatore del Manchester United è freddo e cinico. L'1-0 inglese è poco più che un'illusione e dura appena sessanta secondi. Il tempo necessario a Sigurdsson di battere Hart su una mischia in area di rigore calciando bene al volo. Ma lo show dell'Islanda non è finito: al 19' Sigthórsson colpisce dal limite e batte l'estremo difensore inglese. E' il gol del vantaggio per l'Islanda, che riuscirà a mantenere il punteggio fino al 90'.

Italia-Spagna finisce 2-0: meravigliosa la nazionale azzurra, che con cuore e tattica imbriglia la Spagna e passa il turno. Prova magistrale da parte della squadra di Antonio Conte, che parte a livelli altissimi e mette in campo dall'inizio grinta e occhi della tigre. Pellè di testa ci prova dopo appena 9', ma sul suo colpo di testa De Gea si distende e devia. Al 26' è Parolo di testa a mettere i brividi alla retroguardia iberica, ma la palla finisce ancora sul fondo. L'Italia fa le prove generali, spinge, macina occasioni da gol e chilometri e al 34' Chiellini la sblocca. Eder su punizione costringe De Gea all'ennesimo intervento, il difensore azzurro si fionda sul pallone e deposita in rete la respinta corta. Nella ripresa cresce la Spagna. Aumenta i ritmi la squadra di Del Bosque, inserisce Aduriz e ci prova a pieno organico, senza però creare grandi occasioni. Buffon risponde a Iniesta e Lucas, che ci provano da fuori area ma trovano il portiere azzurro pronto a respingere. Lo stesso capitano della nazionale compie un autentico miracolo su Pique, e sul contropiede Pellè chiude il match. E adesso tocca alla Germania

26 GIUGNO - Troppo divario fra il Belgio e l'Ungheria. La squadra di Wilmots domina in lungo e in largo, mettendo al sicuro il punteggio però solo negli ultimi dieci minuti. Il vantaggio arriva nel primo tempo frazie ad un colpo di testa di Alderweireld che sfrutta un errore della difesa magiara, con i belgi che divorano troppi gol fino all'intervallo. Nella ripresa prova d'orgoglio degli ungheresi ma nei minuti finali i "diavoli rossi" passano tre volte: prima Batshuayi sfrutta un assist di Hazard dopo una splendida giocata per segnare a porta spalancata, poi l'asso del Chelsea fa tutto da solo finalizzando un controopiede, infine Carrasco segna su suggerimento di Nainggolan

Germania ai quarti di finale, Slovacchia che saluta l'Europeo. Boateng in apertura, Gomez sul finale di primo tempo e Draxler nella ripresa. Troppa Germania per una Slovacchia che ha fatto quel che ha potuto ma si è dovuta arrendere allo strapotere dei teutonici. La squadra di Low manda un chiarissimo messaggio a tutte le altre: i favoriti numero uno sono loro. Tutte bellissime le reti messe a segno dai campioni del mondo in carica. La prima è un tiro da fuori splendido di Boateng che raccoglie una ribattuta e da fuori area la spedisce nell'angolo basso alla destra del portiere, la seconda è un gioiello di Draxler che brucia Kucka sulla fascia e centra per Gomez bravo nel tap-in, la terza la firma lo stesso Draxler che irrompe su un pallone in area sugli sviluppi di un corner e trova gloria personale. Germania troppo superiore (Ozil ha anche fallito un calcio di rigore nel primo tempo) ad una pur volenterosa Slovacchia. 

Francia ai quarti, Irlanda eliminata. Griezmann prende per mano i transalpini e li trascina ai quarti di finale, dove affronteranno una tra Inghilterra e Islanda: i Bleus superano in rimonta l'Irlanda dopo che Brady aveva gelato i 55 mila di Lione con il penalty trasformato dopo neppure 3 minuti. Nella ripresa Deschamps inserisce Coman e avanza il Piccolo Diavolo dell'Atletico Madrid, che tra il 58' e il 61' ribalta il risultato con una doppietta oltre a procurare, al 66', l'espulsione di Duffy. Irlandesi eliminati ma a testa alta.

25 GIUGNO - Portogallo ai quarti con la Polonia, Croazia eliminata. Dopo 110 minuti di sbadigli, accade tutto nel finale a Lens tra i biancorossi ed i lusitani. Decide un gol di Quaresma a 180 secondi dai possibili rigori, che regala l'1-0 e la qualificazione alla truppa di Fernando Santos. Zero tiri in porta fino all'ingresso in campo di Pjaca, poi 10' pirotecnici. Vida non inquadra la porta dopo un'uscita a vuoto di Rui Patricio, poi Perisic coglie un palo clamoroso di testa. Sul rovesciamento di fronte, il Portogallo passa: contropiede dalla sinistra, destro di Cristiano Ronaldo, miracolo di Subasic e tocco di testa a porta vuota di Quaresma da un metro.

Galles ai quarti, Irlanda del Nord eliminata. Al Parco dei Principi finisce 1-0 ed è festa gallese, con Bale a fare da direttore d'orchestra sotto la curva dei suoi connazionali. Primo tempo bloccato, coi nordirlandesi a far pressing e i gallesi a sbagliare troppo, soprattutto a centrocampo. Dallas e Ward spaventano il portiere Hennessey, che si salva in corner. Più vivace la ripresa, in cui il Galles si affaccia finalmente dalle parti di McGovern. Il portiere dell'Irlanda del Nord si oppone da campione ad una punizione di Bale, poi vede il pallone colpito di testa da Vokes scivolare fuori di un niente su traversone di Ramsey. Bale è il pericolo pubblico numero uno per i nordirlandesi ed al 30' provoca il gol che decide la partita: cross teso dalla sinistra, McAuley anticipa Robson-Kanu ma infila nella propria porta. 

E' la Polonia la prima qualificata agli ottavi di finale di Euro 2016! I polacchi hanno battuto la Svizzera ai calci di rigore dopo che i regolamentari e i supplementari si erano chiusi sul punteggio di 1-1. Decisivo l'errore di Xhaka, unico a non segnare dal dischetto nella lotteria dei penalties. Infallibile invece la Polonia che giocherà mercoledì a Marsiglia contro la vincente di stasera tra Croazia e Portogallo. Vanificata la rete, la più bella di questi Europei finora, di Shaqiri che con una rovesciata all'82° aveva pareggiato i conti con il gol di Blaszczykowski nel primo tempo. 

-------

22 GIUGNO - Un'Italia rivoluzionata negli uomini e nello spirito si arrende nel finale all'Irlanda, regalando la qualificazione ai verdi di O'Neill. Decide un colpo di testa di Brady, giunto a 5' dal termine di una gara dominata da Hendrick e soci. Azzurri lenti, impacciati, timorosi, con Sturaro e Thiago Motta sovrastati in mezzo al campo dal fisico degli avversari. Nel primo tempoSirigu è provvidenziale sulla girata di Murphy, ma l'Italia non supera quasi mai la metà campo ed è graziata allo scadere quando l'arbitro non vede il fallo da rigore di Bernardeschi su McClean. Nella ripresa azzurri leggermente più propositivi, ma la girata di sinistro di Zaza - tra i pochi a lottare - si spegne alta. Preme invece l'Irlanda, col cuore più che con la ragione. O'Neill inserisce McGeady ed HoolahanConte invece pesca Insigne ed El Shaarawy. Positivo l'impatto del napoletano, che coglie un palo clamoroso al 33'. Nel finale, dopo un errore incredibile di Hoolahan a tu per tu con Sirigu, arriva l'inzuccata vincente di Brady che fa felice il popolo irlandese, vale il biglietto per gli ottavi (contro la Francia) e condanna all'eliminazione la Turchia, che sperava nel ripescaggio.

Il Belgio batte 1-0 la Svezia al termine di una brutta partita, avara di emozioni e occasioni, e accede agli ottavi di finale come seconda classificata. I diavoli rossi affronteranno l'Ungheria agli ottavi di finale, mentre la Svezia torna a casa per l'ennesimo flop di Ibrahimovic. Nel primo tempo parte bene la Svezia,ma è il Belgio nei primissimi minuti ad avere due buone occasioni da gol, una con Carrasco dall'interno dell'area di rigore e una con Lukaku, che però non arriva sul cross teso in area. Un primo tempo poco emozionante non genera altre occasioni, se non una conclusione di Meunier in extremis.Nella ripresa la Svezia attacca, poi il Belgio viene fuori e passa con Nainggolan all'85'. Il centrocampista della Roma calcia d'esterno da posizione defilata e trova una rete straordinariamente bella. 

Criticato e invocato dai tifosi portoghesi, Cristiano Ronaldo fa il suo ingresso a Euro 2016 nella partita più importante. Un assist e due gol per CR7 che trascina un Portogallo non brillante al pari per 3-3 contro una bella Ungheria, vera rivelazione del torneo. Magiari rimontati tre volte: prima Nani risponde a Gera, poi il duello tra Dzsudzsak e Ronaldo, con una doppietta a testa. L'Ungheria chiude in vetta al girone, il Portogallo è terzo.

A Parigi, infatti, l'Islanda coglie al '95 uno storico successo contro l'Austria: a decidere l'incontro la rete di Traustason, arrivata dopo quelle di Bodvarsson e Schopf, per il momentaneo 1-1. Agli ottavi magiari contro la seconda del gruppo E, islandesi contro l'Inghilterra. Portogallo opposto alla Croazia.

21 GIUGNO - Nel gruppo D a spuntarla è la Croazia. La Nazionale guidata dal c.t. Cacic, supera in rimonta la Spagna per 2-1. Kalinic prima e Perisic nel finale, rimontano l'iniziale vantaggio spagnolo, griffato Morata. Sul punteggio di 1-1, Subasic para un rigore a Sergio Ramos. Il verdetto regala agli Azzurri di Antonio Conte un incrocio da brivido. Agli ottavi di finale sarà infatti Italia-Spagna.

Nell'altro incontro del girone, la Turchia supera per due reti a zero la Repubblica Ceca, grazie alle reti messe a segno da Yilmaz e Tufan. Cechi deludenti ed eliminati anzitempo dalla competizione, mentre la nazionale di Terim può sperare fino all'ultimo in un clamoroso ripescaggio. Per la differenza reti i turchi sono davanti all'Albania, ma devono sperare che Svezia ed Irlanda non vincano nell'ultima giornata per passare agli ottavi.

Un gol di Gomez contro l'Irlanda del Nord permette alla Germania di vincere il gruppo C di Euro 2016: i tedeschi dominano la partita, colgono un palo e una traversa con Muller, ma non riescono a dilagare, fermati da McGovern, portiere nordirlandese protagonista di un Europeo straordinario. La sconfitta di misura potrebbe bastare alla squadra di O'Neill per passare il turno entrando tra le migliori terze.

Ad aiutarla, la vittoria della Polonia sull'Ucraina: 1-0, rete di Blaszczykowski, che porta i compagni all'ottavo di finale contro la Svizzera. L'Ucraina, invece, torna a casa con zero punti e zero reti all'attivo e con un futuro tecnico tutto da scrivere, con l'ex milanista Shevchenko pronto ad accomodarsi sulla panchina della nazionale.  

20 GIUGNO - Autentica rivelazione di Euro 2016, il Galles conquista l'accesso agli ottavi di finale e lo fa addirittura con il primo posto nel girone B. I dragoni nell'ultima giornata battono 3-0 la Russia, in un match stradominato e mai messo in dubbio dallo strapotere dei gallesi. Ramsey apre il match con un tocco morbido su un passaggio straordinario di Allen. Al 21' il Galles si trova in vantaggio per due gol con il raddoppio di Taylor, che si inserisce dalla sinistra in area e calcia in porta su una palla bellissima servitagli da Bale; Akinfeev respinge e Taylor ribadisce in rete. Ma il protagonista assoluto è Gareth Bale, che quando parte è imprendibile e diventa un incubo per la difesa russa. Nella ripresa il Galles trova il tris. Questa volta è Ramsey a trovare Bale in area di rigore, il quale controlla e spedisce in rete. Sul 3-0 la partita si spegne: il Galles controlla e rischia solo nel finale su una scivolata di Dzyuba.

Un'Inghilterra rivoluzionata da Hodgson - sei cambi rispetto alla sfida col Galles - non va oltre lo 0-0 contro una Slovacchia versione catenaccio e chiude al secondo posto il gruppo B. Agli ottavi Rooney e compagni se la vedranno con la seconda del gruppo F (potrebbe essere il Portogallo), ai quarti potrebbero beccare la Francia. Per la Slovacchia, invece, ripescaggio quasi certo: dovrebbero bastare i 4 punti (differenza reti 0) conquistati grazie soprattutto alle prodezze di Kozacik, decisivo nel primo tempo sui tiri di Vardy e Lallana. Nella ripresa è Skrtel a dire di no ad Alli sulla linea di porta, mentre l'Inghilterra ringrazia l'imprecisione di Mak, incapace di sfruttare un pasticcio difensivo a metà tra Smalling ed Hart. Zero a zero a Saint-Etienne e rimpianti soprattutto tra gli inglesi, che potrebbero rimpiangere l'allegro turnover varato per l'occasione. 

19 GIUGNO - Francia prima, Svizzera seconda. Blue e rossocrociati passano a braccetto agli ottavi di finale di Euro 2016 senza farsi troppo male, finisce 0-0, nello scontro diretto che poteva scambiare le posizioni di testa del girone A e che invece lascia tutto invariato. Francia molto più vicina alla vittoria, pur senza dominare in assoluto. Ben due le traverse colpite, una da Pogba nel primo tempo e una da Payet entrato nella ripresa. La Svizzera, che ha ben giocato senza essere mai pericolosa, per la prima volta supera una fase a gironi.

Vince l'Albania contro la Romania e guadagna i primi tre punti del proprio Europeo. Si tratta della prima vittoria storica per la nazionale allenata da De Biasi, che può ora sperare nel ripescaggio come una delle migliori terze dei 6 gironi. Partita combattuta, dal tasso tecnico piuttosto povero e abbastanza noiosa a Lione. La Romania parte meglio ma non riesce a creare alcuna occasione da gol, l'Albania invece cresce con il passare dei minuti. Al 44' Sadiku trova la rete della vittoria, su un'incertezza di Tatarusanu in uscita. 

18 GIUGNO - Finisce a reti inviolate il match tra Portogallo e Austria: i lusitani creano tantissimo, ma Cristiano Ronaldo è decisivo in negativo sprecando numerose occasioni da rete, tra cui un calcio di rigore calciato sul palo. Dopo le ottime impressioni nel turno di qualificazione, l'Austria fatica a ritrovare la propria identità e rimane a guardare gli avversari che fanno la partita: il Portogallo, però, continua ad avere grandissime difficoltà nel concretizzare il proprio gioco ed il match finisce senza che le due squadre riescano ad andare a segno.

Non finisce di stupire l'Islanda. Anzi la squadra di Lagerback può recriminare per il pareggio subito nel finale dall'Ungheria per di più su autorete dopo essere stata in vantaggio e aver accarezzato il sogno della prima vittoria agli Europei. Finisce invece 1-1 a Marsiglia con i gol, uno per tempo, rigore di G. Sigurdsson e un'autorete beffarda di Saevarsson. Sui piedi del 38enne Gudjohnsen allo scadere del recupero la palla, fallita, del 2-1.

Il Belgio stende 3 a 0 l'Irlanda con tre gol nel secondo tempo, rete di Witsel e doppietta di Lukaku, ipotecando il passaggio del turno al secondo posto del girone. Sarà decisiva la terza giornata per svedesi e irlandesi, che possono ancora qualificarsi come migliore terza; certificato per l'Italia il primo gradino del podio.

17 GIUGNO - Qualificazione agli ottavi con un turno d'anticipo anche per la Spagna, che si porta in testa al girone D grazie alla goleada sulla malcapitata Turchia. A Nizza finisce 3-0 per la nazionale di Del Bosque, padrona del gioco e del campo. Dopo alcune occasioni non sfruttate per un soffio, è un micidiale uno-due poco dopo la mezz'ora ad incanalare la partita su binari favorevoli alle Furie Rosse. Al 34' Morata incorna di testa un traversone di Nolito, 3' dopo lo stesso Nolito insacca da due passi su invito di Fabregas. Nella ripresa lo stesso Morata chiude la partita su invito di Alba, liberato (in fuorigioco) da Iniesta. Spagna avanti e Turchia costretta ad inseguire un difficile ripescaggio, possibile solo con una netta vittoria nell'ultimo incontro con la Repubblica Ceca

Incredibile pareggio tra Croazia e Repubblica Ceca a Saint-Etienne. Croati avanti 2-0 a 15' dal termine per effetto dei gol di Perisic al 37' del primo tempo e di Rakitic in avvio di ripresa. Mandzukic e compagni letteralmente padroni del campo, ma nel finale accade l'impensabile, coi nuovi entrati tra le fila dei cechi che raddrizzano la situazione. Prima Skoda riapre i giochi di testa al 30', poi la gara viene sospesa per alcuni minuti per le intemperanze degli hooligans croati e, nel recupero, altra follia (stavolta in campo) di Corluka che regala a Necid il rigore del 2-2. Sanzioni in arrivo, intanto, per la nazionale di Cacic. Il fitto lancio di fumogeni nel finale da parte dei tifosi sistemati dietro la porta di Cech è stato accompagnato da alcuni petardi. Uno di questi ha ferito un vigile del fuoco, costringendo l'arbitro Clattenburg a sospendere il gioco per alcuni minuti. 

L'Italia batte 1-0 la Svezia e vola agli ottavi di finale di Euro 2016, con la possibilità di essere addirittura matematicamente prima se l'Irlanda non batterà il Belgio. Match veramente brutto e giocato male dagli azzurri, imprecisi oltre l'inverosimile, ma premiati da una gemma di Eder che a due dal termine riceve una sponda di petto di Zaza, brucia Granqvist e mette alle spalle di Isaksson. Conte avrà molto su cui lavorare ma cose positive ci sono, come una difesa solidissima e la voglia di non mollare mai.

16 GIUGNO - Pari e patta tra Germania e Polonia nello scontro al vertice del girone C. Una bella partita, con tante emozioni specie nel secondo tempo. Nonostante una superiorità a centrocampo dei tedeschi le occasioni migliori le ha la Polonia con le sue ripartenze veloci ma stavolta Milik non è  decisivo come contro l'Irlanda del NordLewandowski poco finalizzatore. Germania vicina al vantaggio sporadicamente con Goetze, Ozil e Mueller, ma pareggio complessivamente più che giusto.

L'Ucraina si infrange contro il muro difensivo nordirlandese e saluta Euro 2016. Merito del gioco al risparmio dell'Irlanda del Nord che trova a inizio ripresa e a fine partita le reti delle vittoria con un colpo di testa di McAuley e un gol di rapina di McGinn proprio allo scadere del recupero.

Successo al fotofinish per un'Inghilterra tutt'altro che trascendentale a spese del Galles. A Lens finisce 2-1 ed è qualificazione ipotecata per gli uomini di Hodgson, primo nel gruppo B dopo aver visto i fantasmi di una nuova, clamorosa eliminazione al primo turno dopo il fiasco di Brasile 2014. Inglesi colpiti nel primo tempo dalla rete su punizione di Bale al 42': sinistro dai 30 metri, mezza papera di Hart e Inghilterra sotto. Nella ripresa Vardy e Sturridge prendono il posto di Kane e Sterling e la partita cambia. All'11' arriva il pari, con un gol di rapina di Vardy, liberato da un tocco all'indietro del galleseWilliams. L'assedio continua ed in pieno recupero Sturridge conclude un'azione tambureggiante con il tocco del 2-1. Inglesi quasi certamente agli ottavi, gallesi che ora devono evitare di perdere contro la Russia per andare avanti.

15 GIUGNO - I Bleus francesi si impongono per 2-0 sull'Albania a Marsiglia grazie alle reti di Griezmann e Payet nel finale, ma i 90' mostrano i limiti della squadra di Deschamps e le buone intenzioni di quella di De Biasi. Il primo tempo vede l'Albania pericolosa sugli esterni, con un paio di cross di Hysaj a mettere paura a Lloris. Nella ripresa Deschamps corregge il tiro e inserisce Pogba per un deludente Martial. Eppure l'Albania parte bene e colpisce un palo su una deviazione di Sagna, che anticipa Memushaj in extremis su un cross di Hysaj. Coi minuti però cresce la squadra transalpina. Giroud, prima di essere sostituito, colpisce un palo di testa. Al 90' la svolta: cross di Evra per Griezmann, il quale di testa trova la deviazione vincente. E' il gol qualificazione per la Francia, che al 95' trova anche il raddoppio con Payet, abile a rientrare sul destro e calciare a giro. Francia agli ottavi con 6 punti in 2 partite, mentre l'Albania ha un piede fuori.

Nella prima gara della seconda giornata del gruppo A, Romania e Svizzera pareggiano 1-1. Un'ingenuità di Lichtsteiner manda Stancu sul dischetto. Seconda rete in due gare, entrambe dagli undici metri (non succedeva dal 2000), per il centrocampista rumeno, che spiazza Sommer e sblocca il risultato. In avvio di ripresa la Svizzera pareggia i conti grazie al diagonale mancino di Mehmedi, che sugli sviluppi di un calcio d'angolo non lascia scampo ad un attento Tatarusanu

Primo storico successo della Slovacchia in una fase finale dell'Europeo. La squadra del c.t. Kozak trionfa sulla Russia grazie alle magie di Hamsik, che nel primo tempo ispira l'1-0 di Weiss e poi firma la straordinaria rete del raddoppio, la più bella finora di Francia 2016. Ripresa tranquilla per la Slovacchia fino a 10' dalla fine, quando Glushakov trova il gol dell'1-2. Ma la difesa regge, Hamsik e compagni possono festeggiare.

14 GIUGNO - Sorpresa Ungheria! La nazionale magiara batte per 2-0 l'Austria di Alaba grazie al gioco di squadra e alla maggiore determinazione in zona gol: decidono le reti nella ripresa di Szalai e Stieber. In mezzo ai due gol, però, pesa l'espulsione del centrale austriaco Dragovic: il secondo giallo, per gioco pericoloso, appare eccessivo.

Inaspettato pareggio dell'Islanda contro il Portogallo nel secondo match di quello che è forse il girone meno scontato della competizione. Passano in vantaggio i lusitani con un bell'anticipo di Nani su Halldórsson, assist di André Gomes. Pareggiano poi i conti nella ripresa gli islandesi con una botta al volo di Bjarnason su cross di Berg Gudmundsson, imparabile per Rui Patrício.

13 GIUGNO - Italia! Italia! L'avventura della nazionale di Conte ad Euro 2016 comincia con una vittoria. Lione si colora d'azzurro con le reti di Giaccherini e di Pellé. Prima e durante, un lungo ed ininterrotto monologo del Belgio, tanto insistito quanto sterile. Partita tutta 'cuore e coltello tra i denti' degli azzurri, stile Atletico Madrid. Diavoli Rossi padroni del gioco ma inconcludenti ed alla fine meritatamente battuti, al termine di una serata dalle grandi emozioni. Il risultato si sblocca al 32': Bonucci pennella per Giaccherini che approfitta di un buco difensivo belga, mette a sedere Courtois e lo batte con un destro da posizione ravvicinata. Gli azzurri tengono, anche nella ripresa quando la pressione belga si fa asfissiante. Lukaku grazia Buffon in contropiede, poi Pellé chiude i conti nel recupero, su perfetto traversone di Candreva. 

Parità nel match fra le due "outsider" del girone E. Svezia ed Irlanda chiudono sull'1-1 a Saint-Denis ed è un risultato che per certi aspetti può star bene soprattutto a Belgio e Italia. Gli irlandesi potevano centrare il bottino pieno ma pagano una clamorosa autorete di Clark che costa il successo ai suoi, avanti in avvio di ripresa grazie ad una zampata di Hoolahan. Sotto tono Ibrahimovic, che comunque ci ha messo lo zampino nell'azione del pari. Svezia molto male in fase di impostazione. Irlanda più compatta ma con evidenti lacune in certi elementi. 

Vittoria all'esordio per i campioni in carica della Spagna. Una rete di Piqué, su assist di uno strepitoso Iniesta, regala il successo a "La Roja", condannando, oltre i propri demeriti, alla sconfitta una Repubblica Ceca generosa ed ordinata nella seconda gara del gruppo D. Il film della partita, giocata a Tolosa, racconta di un buon avvio da parte della Repubblica Ceca. Passati i primi minuti sono però le furie rosse a prendere il controllo delle operazioni. Un film che proseguirà per tutto il primo tempo, con Iniesta a ispirare a turno i vari Morata, Jordi Alba e David Silva, sulla cui strada è sempre reattivo Cech. Nella ripresa più occasioni da entrambe le parti. Sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina, provvidenziale l'intervento di Fabrégas che sulla linea anticpa Kaderábek. La Spagna risponde con Jordi Alba e Thiago Alcántara, poi Iniesta telecomanda il pallone sulla testa di Piqué (in posizione di centravanti aggiunto) e per l'estremo difensore ceco non c'e niente da fare. L'ultimo brivido lo regala Darida, che però da ottima posizione spara addosso ad un reattivo de Gea. 

12 GIUGNO -  Buono il debutto, e non è una novità, per la Germania che stende 2-0 l'Ucraina e si porta subito al comando del girone C. A Lille i tedeschi non incantano, ma portano a casa i primi tre punti del torneo. Risultato sbloccato a Lille dal colpo di testa vincente di Mustafi al 19' su traversone su punizione di Kroos. Gli ucraini sfiorano il pari, ma Neuer e un provvidenziale salvataggio di Boateng evitano guai ai tedeschi, che poi mettono il risultato nella ripresa a tempo scaduto con il neo entrato Schweinsteiger, liberato in contropiede da un perfetto assist di Ozil.

La Polonia spezza l'incantesimo e alla terza partecipazione ad una fase finale di un Europeo centra finalmente la prima vittoria. Si interrompe, invece, a 12 gare la striscia di risultati positivi dell'Irlanda del Nord, sconfitta 1-0 a Nizza al termine di un match giocato quasi interamente nella propria metà campo. La Polonia domina, ma costruisce poco. Nel primo tempo le migliori occasioni capitano tra i piedi di Milik, che spedisce alto, e di Kapustka, su cui è bravissimo il portiere McGovern. Nella ripresa, al 6', il fortino nordirlandese capitola: traversone basso di Blaszczykowski, Milik controlla e beffa il portiere. La reazione nordirlandese non c'è e la Polonia può portare a casa tre punti d'oro, in attesa di Germania ed Ucraina. 

Un gioiello di Modric decide la sfida fra Turchia e Croazia. Primo tempo di marca croata ma la migliore occasione è per i turchi, che con Tufan vanno vicinissimi alla rete ma il portiere croato ferma il pallone sulla linea di porta. In chiusura di primo tempo la rete, con Modric che calcia al volo da fuori area e batte l'estremo difensore avversario. Nella ripresa l'undici balcanico sfiora più volte il raddoppio, colpendo due traverse, prima con Srna su punizione e poi con Perisic con un colpo di testa. Successo meritato per i croati, mentre i turchi si dimostrano solidi in difesa ma decisamente poco pericolosi in fase offensiva. 

11 GIUGNO - Il regalo per i 90 anni della Regina Elisabetta l'aveva impacchettato Dier, a rovinare la festa invece ci ha pensato Berezutski al minuto 92. Così Inghilterra-Russia finisce 1-1 nel gruppo B con una doccia fredda per gli inglesi che avevano fatto la bocca alla vittoria e ai primi tre punti prima del pari russo in zona Cesarini. Dopo un primo tempo senza emozioni, giocato dagli inglesi, il gol arriva 73’ quando Dier tira una punizione dal limite e con una parabola perfetta batte Akinfeev. Sembra fatta invece la Russia impatta nel recupero: il cross di Schennikov sembra senza pretese, non per lo stacco di Berezutski che trova il palo lontano e batte Hart per il pari che sa di beffa per gli inglesi di Hodgson.

Tre punti d'oro per il Galles, che inaugura il programma del girone B con un successo prezioso (2-1) sulla Slovacchia. A Bordeaux Bale vince la sfida nella sfida con Hamsik, anche se è proprio il napoletano a sfiorare il gol in avvio: a negarglielo, un miracoloso salvataggio di Davies. Poi l'attaccante del Real va a segno su punizione con la complicità dell'impacciato portiere slovacco Kozacik, ma nella ripresa la situazione torna in parità quando Duda, appena entrato in campo, firma il gol dell'1-1 al 16'. Nel finale, però, un altro neo entrato, Robson-Kanu, con un sinistro sbilenco fa esplodere i tanti tifosi gallesi sugli spalti. 

A Lens, intanto, successo di misura per la Svizzera nel match del gruppo A contro l'Albania. Partita decisa da una rete di Schar al 5', su calcio d'angolo dalla destra. Decisiva in negativo nella circostanza l'uscita a vuoto del portiere albanese Berisha. Uomini di De Biasi in 10 dal 36' per l'espulsione rimediata da Cana, ma ad un passo dal pareggio nella ripresa, quando un super intervento di Sommer ha detto di no a Gashi

10 GIUGNO - Spettacolo ed emozioni nella giornata inaugurale. Dopo il colorito show di David Guetta, allo Stade de France sono Francia e Romania a regalare brividi. Dopo un primo tempo senza reti, con Loris a negare il gol ai rumeni con un prodigioso intervento sugli sviluppi di un calcio d'angolo, nella ripresa il risultato si sblocca al 12' per merito di Giroud, che anticipa (fallosamente) Tatarusanu in uscita. Reazione rumena e rete del pari firmata qualche minuto dopo da Stancu su rigore. Francia imbrigliata, ma nel finale Payet pesca il jolly dal limite che vale il 2-1 ed i primi tre punti per i Bleus di Deschamps.

CALENDARIO E RISULTATI

Gruppo A - Francia, Romania, Albania, Svizzera

10/6, ore 21: Francia-Romania 2-1 (a Parigi, St. Denis) RIVIVI IL LIVE 
11/6, ore 15: Albania-Svizzera 0-1 (a Lens) RIVIVI IL LIVE 
15/6, ore 18: Romania-Svizzera 1-1 (a Parigi, PdP) RIVIVI IL LIVE
15/6, ore 21: Francia-Albania 2-0 (a Marsiglia) RIVIVI IL LIVE
19/6, ore 21: Romania-Albania 0-1 RIVIVI IL LIVE
19/6, ore 21: Francia-Svizzera 0-0 RIVIVI IL LIVE

Classifica: Francia 7 punti; Svizzera 5 punti; Albania 3 punti, Romania 1 punto. 

FRA e SVI-->ottavi

Gruppo B - Inghilterra, Russia, Galles, Slovacchia

11/6, ore 18: Galles-Slovacchia 2-1 (a Bordeaux) RIVIVI IL LIVE 
11/6, ore 21: Inghilterra-Russia 1-1 (a Marsiglia) RIVIVI IL LIVE
15/6, ore 15: Russia-Slovacchia 1-2 (a Lilla) RIVIVI IL LIVE
16/6, ore 15: Inghilterra-Galles 2-1 (a Lens) RIVIVI IL LIVE
20/6, ore 21: Russia-Galles 0-3 (a Tolosa) RIVIVI IL LIVE 
20/6, ore 21: Slovacchia-Inghilterra 0-0 (a Saint-Etienne) RIVIVI IL LIVE

Classifica: Galles 6 punti; Inghilterra 5 punti; Slovacchia 4 punti; Russia 1 punto.

GAL e ING-->ottavi, SVK ripescata

Gruppo C - Germania, Ucraina, Polonia, Irlanda del Nord

12/6, ore 18: Polonia-Irlanda del Nord 1-0 (a Nizza) RIVIVI IL LIVE
12/6, ore 21: Germania-Ucraina 2-0 (a Lilla) RIVIVI IL LIVE 
16/6, ore 18: Ucraina-Irlanda del Nord 0-2 (a Lione) RIVIVI IL LIVE
16/6, ore 21: Germania-Polonia 0-0 (a Parigi, St. Denis) RIVIVI IL LIVE
21/6, ore 18: Ucraina-Polonia (a Marsiglia) 0-1 RIVIVI IL LIVE
21/6, ore 18: Germania-Irlanda del Nord (a Parigi, PdP) 0-1 RIVIVI IL LIVE

Classifica: Germania e Polonia 7 punti; Irlanda del Nord 3 punti; Ucraina 0 punti.

GER e POL-->ottavi, NIR ripescata

Gruppo D - Spagna, Rep. Ceca, Turchia, Croazia

12/6, ore 15: Turchia-Croazia 0-1 (a Parigi, PdP) RIVIVI IL LIVE
13/6, ore 15: Spagna-Rep. Ceca 1-0 (a Tolosa) RIVIVI IL LIVE
17/6, ore 18: Rep. Ceca-Croazia 2-2 (a Saint-Etienne) RIVIVI IL LIVE
17/6, ore 21: Spagna-Turchia 3-0 (a Nizza) RIVIVI IL LIVE
21/6, ore 21: Rep. Ceca-Turchia 0-2 (a Lens) RIVIVI IL LIVE
21/6, ore 21: Spagna-Croazia 1-2 (a Bordeaux) RIVIVI IL LIVE 

Classifica:  Croazia 7 punti; Spagna 6 punti; Turchia 3 punti, Rep. Ceca 1 punto.

CRO e SPA-->ottavi

Gruppo E - Belgio, Italia, Irlanda, Svezia

13/6, ore 18: Irlanda-Svezia 1-1 (a Parigi, St. Denis) RIVIVI IL LIVE
13/6, ore 21: Belgio-Italia 0-2 (a Lione) RIVIVI IL LIVE
17/6, ore 15: Italia-Svezia 1-0 (a Tolosa) RIVIVI IL LIVE
18/6, ore 15: Belgio-Irlanda 3-0 (a Bordeaux) RIVIVI IL LIVE
22/6, ore 21: Italia-Irlanda 0-1 (a Lilla) RIVIVI IL LIVE
22/6, ore 21: Belgio-Svezia 1-0 (a Nizza) RIVIVI IL LIVE

Classifica: Italia e Belgio 6 punti; Irlanda 4 punti; Svezia 1 punto.

ITA e BEL-->ottavi, IRL ripescata

Gruppo F - Portogallo, Islanda, Austria, Ungheria

14/6, ore 18: Austria-Ungheria 0-2 (a Bordeaux) RIVIVI IL LIVE
14/6, ore 21: Portogallo-Islanda 1-1 (a Saint-Etienne) RIVIVI IL LIVE
18/6, ore 18: Islanda-Ungheria 1-1 (a Marsiglia) RIVIVI IL LIVE
18/6, ore 21: Portogallo-Austria 0-0 (a Parigi, PdP) RIVIVI IL LIVE
22/6, ore 18: Islanda-Austria 2-1 (a Parigi, St. Denis) RIVIVI IL LIVE
22/6, ore 18: Portogallo-Ungheria 3-3 (a Lione) RIVIVI IL LIVE

Classifica: Ungheria e Islanda 5 punti; Portogallo 3 punti; Austria 1 punto.

UNG e ISL-->ottavi, POR ripescato

Ottavi 

25/6, ore 15: Svizzera-POLONIA 5-6 dcr (a Saint-Etienne) RIVIVI IL LIVE
25/6, ore 18: GALLES-Irlanda del Nord 1-0 (a Parigi, Pdp) RIVIVI IL LIVE
25/6, ore 21: Croazia-PORTOGALLO 0-1 dts (a Lens) RIVIVI IL LIVE
26/6, ore 15: FRANCIA-Irlanda 2-1 (a Lione) RIVIVI IL LIVE
26/6, ore 18: GERMANIA-Slovacchia 3-0 (a Lilla) RIVIVI IL LIVE
26/6, ore 21: Ungheria-BELGIO 0-4 (a Tolosa) RIVIVI IL LIVE
27/6, ore 18: ITALIA-Spagna 2-0 (a Parigi, St. Denis) RIVIVI IL LIVE
27/6, ore 21: Inghilterra-ISLANDA 1-2 (a Nizza) 

Quarti 

30/6, ore 21: Polonia-PORTOGALLO 4-6 dcr (a Marsiglia) RIVIVI IL LIVE
  1/7, ore 21: GALLES-Belgio 3-1 (a Lilla) RIVIVI IL LIVE
  2/7, ore 21: GERMANIA-Italia 7-6 dcr (a Bordeaux) RIVIVI IL LIVE
  3/7, ore 21: FRANCIA-Islanda 5-2 (a Parigi, St. Denis) RIVIVI IL LIVE

Semifinali 

  6/7, ore 21: PORTOGALLO-Galles 2-0 (a Lione) RIVIVI IL LIVE 
  7/7, ore 21: FRANCIA-Germania 2-0 (a Marsiglia) RIVIVI IL LIVE

Finale

10/7, ore 21: PORTOGALLO-Francia 1-0 dts (a Parigi, St. Denis) RIVIVI IL LIVE


Tags: portogallo italia irlanda russia galles Slovacchia Svizzera belgio euro 2016 islanda albania francia inghilterra

Articoli Correlati