Sport E Vai  Sport e Vai
Venerdì 18 Giugno 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Eto'o: Materazzi mi convinse con un sms, gli dissi una cosa prima della finale

17/05/2020 08:08

Eto'o: Materazzi mi convinse con un sms, gli dissi una cosa prima della finale |  Sport e Vai

"Il mio primo contatto con l'Inter fu con quello che sarebbe diventato mio fratello Marco. La storia del suo sms si conosce: un certo Materazzi mi scrive 'Se vieni tu all’inter vinciamo tutto', non ho quel numero in rubrica e chiedo ad Albertini: “E’ suo?”. Sì. Non mi era mai capitato nella mia carriera, quel messaggio è stato decisivo per la mia scelta. E da lì è nata una grande amicizia". Samuel Eto'o è una miniera di ricordi ed aneddoti nel rievocare l'anno del Triplete alla Gazzetta, dalle parole di Moratti e Mourinho ("Mi chiamò parlando un francese perfetto e mi disse: 'Eto’o, si fidi: lei all’inter si troverà benissimo, diventerà come casa sua'. Aveva ragione. Mourinho mi mandò la foto di una maglia nerazzurra con il numero 9 scrivendomi: 'E' tua: ti aspetta') alla celebre gara di Londra contro il Chelsea: "Di quella notte ricorderò per sempre due cose. Il discorso di Mourinho prima della partita: 'Nessuna squadra che ho allenato può battermi'. Entrammo in campo determinati, giocavamo anche per l'allenatore. Poi ricordo il mio stop prima di andare a segnare, in quel momento mi dissi: 'Se lo fai bene, poi segni facile'. Ce l’ho ancora qui negli occhi, quel controllo". Alla squadra prima della finale di Madrid fece un discorso: "Non fu lungo, mi limitai a dire: 'Una finale non si gioca, si vince. O moriamo in campo e portiamo la coppa a Milano, o moriamo perché a Milano non ci torniamo. Quindi vediamo di tornarci, e di portare con noi la coppa'".


Tags: mourinho Samuel Eto'o Materazzi

Articoli Correlati