Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 29 Novembre 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Dopo Milik bordate al Napoli anche da Llorente

18/03/2021 15:21

Dopo Milik bordate al Napoli anche da Llorente |  Sport e Vai

Storia di un emarginato, parte seconda. Dopo lo sfogo di Milik, che all'Equipe ha rivelato quanto siano stati duri gli ultimi tempi al Napoli, anche Fernando Llorente torna sulla sua deludente avventura in azzurro. Lo spagnolo era partito bene, segnando anche in Champions, ma il suo declino è iniziato un giorno preciso come spiega all'agenzia spagnolo Efe

"Da quando è partito Carlo Ancelotti, non vedevo l'ora di andarmene. Nonostante le difficoltà che stava incontrando il club, mi hanno ceduto lo stesso. Volevano che me ne andassi da diverso tempo".

Nessuna critica esplicita a Gattuso ma Llorente spiega

"Il mio rapporto con Gattuso è stato molto buono, mi ha sempre trattato con rispetto. Ma quando è arrivato, gli hanno comprato i suoi giocatori, Victor Osimhen e Andrea Petagna e probabilmente doveva dare loro la priorità. Poi mi sono ammalato e quando ho ricominciato a tornare con il gruppo, tutto si è fermato per tre mesi a causa della pandemia. Per me è stato terribile: per un giocatore della mia età, con le mie caratteristiche stare fermo tre mesi è dura . Poi, in questa stagione, la società mi ha messo fuori rosa, mi sono allenato separatamente con Milik e Ounas e mi hanno anche tolto il numero di maglia

Del futuro, dice:

"Non ho pensato a cosa farò. Quello che cercavo era ritrovare entusiasmo per il calcio e l'ho trovato. Non guardo troppo avanti. Mi piacerebbe poter restare a Udine, fare qualcosa in questo club. Spero di poter essere importante, trovo il club impressionante e ho trovato tutto quello che volevo. Il mio obiettivo principale è ritrovare la mia miglior condizione, è da molto tempo che non ho avuto la possibilità di giocare con continuità dopo aver passato più di un anno senza scendere in campo. Volevo godermi di nuovo il calcio, sto facendo progressi, partita dopo partita, mi sento sempre meglio, ma posso ancora migliorare molto. Non mi pongo obiettivi, quello che vorrei è continuare a godermi il calcio fino a quando il fisico me lo permetterà. Poi, nel momento in cui non riesci più a stare al passo dei tuoi colleghi, è tempo di dire basta".


Tags: ancelotti Llorente milik

Articoli Correlati