Sport E Vai  Sport e Vai
Mercoledì 17 Agosto 2022
SEGUI SPORTEVAI SU

De Boer: Voci mio esonero danneggiano l'Inter

29/10/2016 13:15

De Boer: Voci mio esonero danneggiano l'Inter |  Sport e Vai

DE BOER ESONERO INTER -

“E' sempre molto importante la fiducia della società, dà più tranquillità qui ad Appiano a tutti, staff e giocatori. Leggere notizie sul mio esonero non è buono qui, è molto importante quando Suning fa chiarezza sul nostro progetto e manifesta fiducia nell'allenatore. Così è più facile lavorare". Frank De Boer riparte dal successo sul Torino e spera di aver messo in un cassetto le polemiche e le voci su un suo possibile esonero. In realtà si continua a parlare di Laurent Blanc per il futuro così come in tanti, compreso Reja, sembrano essersi proposti per la sua panchina: “Non credo siano gli allenatori, ma gli agenti a proporre. E' normale, in questo momento pensano che sia un'opportunità di lavoro per il loro cliente, l'Inter è un grande club. E' sempre così, Non serve preoccuparsene, devo pensare a migliorare la squadra. Abbiamo molto lavoro da fare". L'allenatore olandese sa che tutto dipende dai prossimi risultati. A partire da quello di domani sera con la Sampdoria dove pure Giampaolo non se la passa bene.

DE BOER ESONERO INTER BROZOVIC -De Boer è intanto riuscito a recuperare Brozovic, tra i migliori col Torino ma stenta a lanciare Kondogbia: "Io tratto tutti allo stesso modo. Brozovic ha dato la migliore risposta che poteva darmi. Lui sapeva di aver sbagliato, ha chiesto scusa ed è rimasto fuori per tre settimane. Si è allenato bene, ha capito le nostre aspettative sul suo ruolo in campo e il suo comportamento è migliorato. Ha capito cosa volevo da lui ed è rientrato in squadra. Tocca ai giocatori sfruttare le chance, tutti con me hanno le stesse chance e lui lo ha capito, Gioca da tre partite e sta migliorando. Kondogbia non sta ancora bene e non è disponibile per domani. Sta facendo meglio ma deve migliorare". Serve una conferma immediata per capire se l'Inter è guarita: “Mi aspetto lo stesso atteggiamento. Poi parleremo di cosa si può cambiare. Abbiamo visto che non siamo stati sempre disciplinati, bisogna capire perché. Dobbiamo rimanere molto uniti, domani c'è un'altra possibilità per mostrare ai tifosi che siamo uniti. Io credo che alcuni uomini si stanno avvicinando alle mie idee, ma quello che conta è la continuità e l'intensità. Ero molto, molto arrabbiato dopo la sconfitta contro l'Atalanta. Avevamo lavorato bene in settimana, io avevo cercato di far capire ai miei giocatori come avremmo dovuto comportarci contro di loro. Non è accaduto, quindi mi sono particolarmente arrabbiato. Nulla di quanto avevamo preparato si era visto. Contro il Torino è andata molto meglio".

DE BOER ESONERO INTER JOAO MARIO - Joao Mario regista è una soluzione pro-tempore, assicura De Boer: "Non è la posizione migliore per lui, è abituato a giocare più avanti. In ogni caso ha giocato molto bene in questa posizione, è un grande giocatore e un ottimo professionista. Sta capendo che così può aiutare la squadra". Il tecnico nerazzurro poi spiega perchè preferisce ora Eder a Perisic: "La condizione fisica, l'avversario, la predisposizione tattica in certi momenti. Tanti aspetti, almeno 3-4 che mi portano a scegliere un giocatore al posto di un altro. Per me, lo ribadisco, è molto importante la disciplina. Senza dimenticare che stiamo giocando anche durante la settimana, dobbiamo evitare gli infortuni. Al momento Eder sta dando qualcosa in più".

Stefano Grandi


Tags: inter rischio esonero de boer

Articoli Correlati