Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 17 Maggio 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Ct Svezia fa chiarezza su Ibra, lui dice: Più forte di King Kong

30/03/2021 15:31

Ct Svezia fa chiarezza su Ibra, lui dice: Più forte di King Kong |  Sport e Vai

"Sono passati solo due giorni dall'ultima partita, qualcuno ha lasciato subito l'allenamento di oggi, altri un po' dopo, ma era tutto pianificato". Il ct della Svezia, Janne Andersson, ridimensiona il caso Ibrahimovic dopo che il bomber del Milan ha lasciato l'allenamento dopo soli 15'

Per l'amichevole di domani contro l'Estonia, tutti i giocatori sono disponibili tranne Granqvist. Ibrahimovic? Zlatan non è infortunato, era pianificato che dovesse solo fare il riscaldamento e poi andare a fare un lavoro defaticante. Anche altri giocatori che hanno giocato domenica hanno fatto lo stesso perché di solito due giorni dopo la partita sei al massimo della stanchezza. Ibra comunque sarà con noi domani

Probabilmente Ibra, che ha già giocato due partite di fila, non partirà dall'inizio. Nel frattempo però ha concesso un'intervista al Champions Journal dicendo

"Ho 39 anni e con quello che ho fatto potrei non lavorare più e fare comunque un'ottima vita d'ora in poi, ma ho sempre questa grande passione per quello che faccio. Voglio sempre di più. Forse è per questo che sono sempre qui e in grado di fare quello che sto facendo. Non vedo molti giocatori fare quello che faccio io alla mia età. Dopo i 30 anni normalmente inizia la fase calante per un giocatore e arriva il ritiro. Io dopo i 30 sono diventato ancora più forte"

Alla domanda se sia più facile ammaestrare un leone o Ibra, Zlatan risponde così: "Puoi addomesticare un leone, ma non puoi addomesticare Zlatan. È un animale diverso". Sempre in tema animalesco, Ibra non ha dubbi su chi vincerebbe in uno scontro con King Kong: "Lo distruggerei al 100%".

Ibra torna poi sull'infortunio al crociato subito al Manchester United: "Ci ho messo un anno per tornare a sentirmi vivo. Sarò onesto, il lavoro che ho fatto è stato noioso. Era un lavoro mentale al quale non ero abituato. Io sono abituato a lavorare col pallone. Passavo il tempo a domandarmi quando ne sarei uscito e se fossi arrivato al termine della mia carriera. Per fortuna avevo persone introno a me che mi stimolavano ad andare avanti e a non diventare pigro. 'Devi farlo, devi farlo', continuavano a ripetermi, e alla fine ce l'ho fatta e mi sono di nuovo sentito vivo".


Tags: milan ibrahimovic svezia

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE