Sport E Vai  Sport e Vai
Venerdì 7 Maggio 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Conte, carote e bastone per Perisic ed Eriksen

21/02/2021 17:20

Conte, carote e bastone per Perisic ed Eriksen |  Sport e Vai

Era la giornata che aspettava da tempo. Da quando si trovava sotto i cannoni della critica per qualsiasi cosa. Ora Antonio Conte guarda tutti dall'alto di una classifica che dice Inter prima da sola a +4 sul Milan e vede un'orizzonte roseo anche se non lo dice. Guai a parlare di fuga, il tecnico dell'Inter nel giorno di gloria rende onore alla squadra e a Dazn dice

I complimenti vanno ai miei ragazzi, hanno giocato bene una gara preparata bene. Sono stati loro i protagonisti in campo. Mi auguro che la vittoria più bella debba sempre arrivare… È stata una partita bellissima, non dimentichiamo che a Milano il derby è sempre molto sentito e poi c’era anche l’alta classifica dopo tanti anni che dava maggiore passione. Stiamo crescendo, abbiamo iniziato un percorso di crescita da un anno e mezzo

Conte non infierisce sul rivale ferito

Sono accadute situazioni che ci aspettavamo. Siamo stati bravi a sfruttarle contro una squadra molto forte. Bisogna fare i complimenti al Milan e a Stefano Pioli per quanto stanno facendo. La partita la dedichiamo ai nostri tifosi, l'accoglienza è stata da brividi e ci ha responsabilizzato. Mettendoci anche pressione, che però abbiamo trasformato in pressione positiva. A livello psicologico però ora temo le sfide con Genoa e Parma, sfide molto ostiche. Lì dobbiamo dimostrare di avere fatto il salto di qualità per rimanere in alto.

Conte si prende con piacere il merito di aver rivitalizzato Perisic e Eriksen che sembravano fuori dal progetto


"Vero, io penso che il compito di un allenatore è quello di portare tutta la rosa a disposizione a migliorare ed entrare dentro la mia idea. Noi siamo una squadra, abbiamo un'idea ben precisa in fase di possesso e non possesso. La crescita di Christian e di Ivan, ma di tutti i calciatori, mi rende orgoglioso. A volte si esprimono giudizi affrettati: Barella all'Inter ha avuto una crescita esponenziale attecchendo subito, ma altri giocatori hanno bisogno di più tempo arrivando da campionati esteri. Lui si è avvicinato a noi, e io non ho preclusioni verso nessuno. Anche Perisic l'anno scorso non aveva voglia di dare questa abnegazione come quinto, se pensa di non essere sfruttato a dovere che si può fare... Quest'anno si è messo a disposizione e oggi ha fatto una partita bella sotto ogni punto di vista. Ha potenzialità incredibili, deve credere più in se stesso. Ma sono contento perché sono tutti dentro il progetto".

A livello tattico si è visto un diverso movimento degli attaccanti


"Prepariamo la partita in base all'avversario. Oggi avevamo due situazioni, quella di attesa coi due attaccanti sul dischetto del centrocampo nella metà avversaria e quella della pressione alta con Hakimi e Perisic quando riuscivamo a portare palla. Abbiamo pagato il cercare sempre la pressione alta, ora riusciamo a fare due tipi di fasi. I ragazzi iniziano a riconoscere le situazioni dopo un anno e mezzo, questo rende tutto più facile, abbiamo preso consapevolezza quando abbiamo iniziato a battere le più forti negli scontri diretti, lì cresce l'autostima e la consapevolezza nei propri mezzi. Questa vittoria ha dato conferma della nostra crescita importante, dobbiamo continuare sotto questo punto di vista. Poi i risultati aiutano, il lavoro c'è poi se arrivano i risultati è meglio per me per inculcare certe situazioni".


Tags: inter conte derby

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE