Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 26 Febbraio 2024
SEGUI SPORTEVAI SU

Ch.League, Milan-A.Madrid le formazioni: Seedorf in piena emergenza

18/02/2014 13:49

Ch.League, Milan-A.Madrid le formazioni: Seedorf in piena emergenza |  Sport e Vai

Proverà a sovvertire il pronostico il Milan domani sera (ore 20.45) contro l’Atletico Madrid nell’andata degli ottavi di Champions League, contando soprattutto sulla rinascita di Balotelli. La formazione spagnola arriva alla prima sfida con il Milan con il morale alto, essendo una delle tre squadre uscita imbattuta dalla fase a gironi e senza sconfitta nelle ultime quattro gare esterne in competizioni UEFA. Il Milan ha concesso un gol in quattro gare interne in Europa in questa stagione. Tuttavia, ha vinto soltanto uno degli ultimi otto confronti in casa contro squadre spagnole: 2-0 in casa contro il Barcellona negli ottavi il 20 febbraio dello scorso anno ed ha perso gli ultimi quattro confronti in gare a eliminazione diretta con squadre spagnole. Il bilancio casalingo del club rossonero contro squadre spagnole è di 11 vittorie, 7 pareggi e 6 sconfitte. Il bilancio dell'Atletico in Italia è di 3 vittorie, 1 pareggio e 4 sconfitte.

QUI MILAN. Resta un punto interrogativo la presenza di Kakà. Se il brasiliano dovesse dare forfait sarebbero guai per Seedorf, costretto a rinunciare già ad Honda, Robinho ed El Sharaawy oltre a Montolivo e Birsa. Con Zapata indisponibile l’allenatore olandese dovrà rivoluzionare tutti i reparti. In difesa i centrali saranno Rami e Bonera con De Sciglio che non si sposterà a sinistra dove verrà dirottato Constant per permettere ad Emanuelson di agire da trequartista mancino, con Taarabt a destra. Due soluzioni se non c’è Kakà: o Pazzini in coppia con Balotelli o Poli avanzato con De Jong ed Essien sulla mediana. In conferenza Seedorf ha detto: : "C'è stata una crescita graduale da qui al mio arrivo. La Champions è un momento speciale, dove ci sono tanti altri fattori che vengono a far parte del gioco. Questa gara ha un peso diverso rispetto ad altre. Cercheremo di passare il turno con le nostre forze e l'entusiasmo, sapendo che abbiamo di fronte a una squadra più avanti in tutto. Ma la Champions è diversa. Abbiamo fiducia, ma sarà dura. Il valore aggiunto è la squadra. Siamo ancora in un momento difficile, queste sono partite in cui possiamo approffitare dell'entusiasmo. Le mie esperienze aiutano per aiutare la squadra. Abbiamo un presidente molto di supporto, non impone niente. Ascolta e parla, è un uomo intelligente e innovatore e sa che il calcio gioca. Avere una o due punte non vuol dire che si è meno offensivi. Di fatto non è il sistema di gioco, ma è importante la filosofia. Conta questo. Il presidente è molto consapevole dell'evoluzione del calcio, a lui piacciono 2 punte. Io ne porterò 4-5. Abbiamo due punte centrali: Pazzini e Balotelli,  potrebbero anche giocare assieme”. Anche Balotelli ha parlato alla vigilia: "Sono molto contento di poter giocare; l'anno scorso ero in tribuna, soffrivo per i miei compagni. Spero di dare una mano in più quest'anno. Voglio dimostrare quello che voglio fare sempre. Aiutare il gruppo e vincere. Domani è importante, c'è sempre qualcosa di diverso come atmosfera in Champions ma quel che devi dare è sempre lo stesso. Non ho segnato nella fase a gironi forse perché non ho giocato più di tanto. Non ho mai segnato contro una squadra spagola. La Spagna è un po' difficile da battere, magari si potrebbe iniziare a vincere contro una squadra di club”.

L’ARBITRO. Pedro Proenca è l'arbitro che dirigerà Milan-Atletico Madrid. Sarà coadiuvato dagli assistenti Cunha e Trigo, dagli assistenti aggiunti Capela Santos e Pereira Gomes e dal quarto uomo Santos Soares.Proenca ha diretto in carriera 49 partite nelle Coppe Europee, delle quali 29 in Champions League. Sono tre i suoi precedenti con il Milan, tutti disputati fuori da San Siro. Il bilancio è di un pareggio e due sconfitte. Non ci sono precedenti invece tra il direttore di gara portoghese e l'Atletico Madrid.  

LE FORMAZIONI. Queste le probabili formazioni di Milan e Atletico Madrid:

Milan (4-2-3-1): Abbiati; De Sciglio, Rami, Bonera, Constant; De Jong, Essien; Taarabt, Poli, Emanuelson; Balotelli
Atletico Madrid (4-2-3-1): Courtois; Juanfran, Alderweireld, Diego Godín, Insua; Mario Suarez, Gabi; Koke, Raul García, Turan; Diego Costa.

Stefano Grandi

 


Tags: pazzini milan kakà balotelli Costa atletico madrid Seedorf bonera rami emanuelson Taarabt Champions League

Articoli Correlati