Sport E Vai  Sport e Vai
Giovedì 13 Giugno 2024
SEGUI SPORTEVAI SU

Calciomercato Inter: Thohir: “Non sono Abramovich”

11/12/2013 11:27

Calciomercato Inter: Thohir: “Non sono Abramovich” |  Sport e Vai

Ha voluto mettere subito le cose in chiaro Thohir. Il nuovo patron dell’Inter non vuole che i tifosi si illudano troppo: non è entrato nel mondo del calcio per fare spese folli o per togliersi qualche sfizio. Il magnate di Giakarta intende fare business con l’Inter, non rimetterci dei soldi. Sul calciomercato ha già promesso che cercherà di fare qualcosa sin da subito ma sognare Messi è vietato. Lo fa capire esplicitamente in un’intervista a Gq in cui dice: “Nella prima settimana in Italia non mi sono mai fermato. Metto sempre tanta passione in ciò che faccio e questo mi permette di non sentire la fatica. Sono certo che brand e storia dell'Inter possono rendere molto. C'è da cambiare il modello di riferimento: dovremmo ispirarci a quello americano, dove si sfrutta lo sport in modo globale. Bisogna focalizzarsi su un business in modo innovativo. Quando ho comprato la tv indonesiana, c'erano concorrenti più forti, ma noi abbiamo cercato nuove strade e oggi siamo i migliori". Il suo modello, però, non è il Chelsea ad esempio: "Nel calcio ci sono due modi di agire: se sei come Abramovich, scegli un club con un brand non ancora al top e lo lanci con fiumi di denaro; se sei un manager come me, prendi una società gloriosa e già famosa nel mondo che deve sistemare i conti. L'Inter è la squadra che seguivo da ragazzo e sono emozionato. L'Italia è un grande Paese e il suo fascino è immutato. Massimo Moratti? gli ho detto che è insostituibile. Ho scelto una società pazza, lo so. Ma i margini per aumentare i ricavi ci sono". Poi si passa ad analizzare anche le questioni di campo. Dopo tre pareggi, c'è un po' di delusione: "I tifosi hanno diritto di sognare e non c'è niente di male nel voler vincere. La proprietà, però, ha diritto di essere proprietà e quindi ci vuole pazienza. I soldi? calma, non è che ti presenti da Moratti e gli dici 'diventa mio socio'. Loro sono i Moratti e devono verificare le credenziali. Ci vuole un po' di fiducia, please. La Pirelli mi ha convinto a investire: stanno costruendo una fabbrica a Giacarta e mi hanno detto di questa opportunità". Thohir intende procedere con i piedi di piombo in tutto, anche nell’organigramma societario:"Ci saranno le novità, ma a tempo debito, quello necessario per conoscere uomini e territorio".

Stefano Grandi


Tags: moratti messi pirelli calciomercato inter abramovich thohir

Articoli Correlati