Sport E Vai  Sport e Vai
Domenica 29 Gennaio 2023
SEGUI SPORTEVAI SU

Bernardeschi vuota il sacco sul flop alla Juve, da Sarri a Pirlo

26/07/2022 10:31

Bernardeschi vuota il sacco sul flop alla Juve, da Sarri a Pirlo |  Sport e Vai

"Nel momento del saluto sì, tanto rimpianto. Ma poi ho realizzato con lucidità che quel ciclo era finito". Federico Bernardeschi parla da Toronto, dopo il felice esordio in Mls, e si confessa a Tuttosport. L'esterno ripercorre la sua avventura in bianconero e rivela

 "I primi tre anni alla Juventus sono andati, il secondo, quello di Juventus-Atletico è stato in assoluto il migliore. Poi tutto si è concatenato: nell’anno della consacrazione, quando c’era Sarri, il campionato si interrompe per mesi, tutto diventa surreale, anche alla ripresa delle partite. Tutto era cambiato: l’allenatore, la società, gli stadi vuoti e il mio ruolo, visto che continuavo a essere sballottato da una posizione all’altra. Colpa degli allenatori? No, per nulla! Colpa delle circostanze: c’erano delle esigenze, io ho sempre dato la mia disponibilità, perché sono fatto così e mi piace mettermi al servizio della squadra. Però tutti quei cambiamenti e quei momenti critici, anche per il club, in un momento in cui un calciatore sta maturando possono condizionare.


Pirlo, per esempio, aveva un’idea di calcio differente e mi vedeva quasi come un terzino sinistro, ma io non potevo svolgere quel ruolo. Ci ho provato, sempre per lo spirito di servizio e perché Pirlo è una persona magnifica e con lui avevo un buon rapporto, che peraltro conservo tuttora. Ma non ha funzionato. Colpa mia, colpa delle situazioni tattiche che mi hanno un po’ frullato, colpa di circostanze esterne... Non ha, in fondo, molto senso accusare qualcuno o qualcosa, nella vita di un atleta si passano momenti difficili, si superano, si diventa più forti".  

L'excursus continua, torna Allegri


 "E a dicembre sono stato eletto MVP del mese. Poi qualche problema fisico e una stagione nella quale la squadra ha faticato. Mi dispiace, poteva finire meglio. Ma alla fine lascio la Juventus con tre scudetti, due coppe Italia, due Supercoppe. Sette trofei e alcune partite che mi rimarranno sempre nel cuore. È finito un ciclo, è stato un ciclo fondamentale per me e ora la Juventus ne apre un altro, del quale sarò il primo tifoso".

 


Tags: allegri pirlo Bernardeschi

Articoli Correlati