Sport E Vai  Sport e Vai
Giovedì 2 Dicembre 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

"Arbitri armati" è la provocazione dopo la tragedia in Ghana

13/03/2014 09:59

"Arbitri armati" è la provocazione dopo la tragedia in Ghana |  Sport e Vai

ghana arbitro ucciso

"Gli arbitri ghanesi dovrebbero ritirarsi o iniziare ad arbitrare armati. Potrebbero portarsi un coltello o una pistola, per esempio". E' la provocazione di Dwamena Evans, un ex arbitro, ad una radio ghanese dopo la tragedia che ha colpito il calcio africano con la morte di Kyei Andoh, arbitro ghanese di 21 anni, deceduto dopo essere stato aggredito da alcuni tifosi. La sua colpa? Aver concesso un calcio di rigore al 90', contro i padroni di casa della partita Gold Stars-Naajoe United, valida per la terza Divisione ghanese.

Il direttore di gara è stato violentemente attaccato dai sostenitori inferociti che lo hanno picchiato. Nonostante sia riuscito a scappare, a distanza di giorni, è deceduto per le conseguenze delle ferite rimediate, quasi sicuramente per un'emorragia interna. "Sapevamo dell'aggressione, ci aveva quasi scherzato su per sdrammatizzare, qualche giorno dopo mi hanno chiamato per dirmi che mio fratello stava vomitando sangue ed era svenuto, subito dopo mi hanno informato della sua morte". Aperta un'inchiesta.


Tags: ghana rigore arbitro ucciso picchiato armati

Articoli Correlati