Sport E Vai  Sport e Vai
Mercoledì 27 Ottobre 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Tokyo 2020, tifosi italiani in ansia: Sta diventando una maledizione

28/07/2021 15:14

Tokyo 2020, tifosi italiani in ansia: Sta diventando una maledizione |  Sport e Vai

La soddisfazione per la medaglia d'oro vinta subito da Vito Dell'Aquila nel taekwondo, il secondo posto nel medagliere dopo la prima giornata, l'orgoglio per i tanti podi conquistati dagli atleti azzurri. Argenti e bronzi in quantità, ma gli ori? L'ultimo, anzi l'unico, è rimasto proprio quello del giovanissimo lottatore di Mesagne, che da olimpionico sogna un giorno di diventare giornalista sportivo per dare più spazio e visibilità al taekwondo (forse allora dovrebbe provare a diventare editore). E così dal secondo posto, dopo cinque giornate l'Italia è ora quindicesima nel medagliere. E quella della caccia al secondo oro sta diventando sempre più una maledizione. 

Tokyo 2020, quante delusioni 

Anche oggi erano grandi le speranze, dal nuoto con le finali di Pellegrini e Quadarella al ciclismo dove Filippo Ganna partiva da campione del mondo in carica nella prova a cronometro, per finire alla sciabola. Ori? Nessuno. La squadra azzurra di sciabola ha vinto l'argento, ma è stata surclassata in finale (45-26) dalla Corea del Sud. Nel nuoto è arrivato il bronzo di Burdisso, nel canottaggio - complice un caso di Covid - un altro terzo posto nel quattro senza. Insomma, tante emozioni - compreso il settimo posto in finale della 'Divina' Pellegrini - ma oro che rimane un tabù per il quarto giorno di fila.

Tokyo 2020, la maledizione dell'oro

Tanti i commenti sui social. “Quest’anno non arriva un oro manco a pagarlo”. Oppure: “Anche oggi l’oro lo vinciamo domani”. E ancora: “Il Coni dovrebbe pensionare alcuni atleti e dare spazio ai giovani per fare esperienza”. C'è chi si emoziona per l'ultimo acuto di Aldo Montano, argento a 43 anni nella scherma: “Una carriera splendida e infinita: a 43 anni e con un’anca da ricostruire merita solo un applausi e un monumento come per la Pellegrini”. E non solo: “La dolce vita, le basette, le soubrette ma soprattutto 20 anni di sacrifici in pedana con un’anca a pezzi per arrivare fino a qui. Uno straordinario esempio di sport italiano”. Mentre c'è chi osserva: “È stato proprio un anno sfortunato visto che Quadarella e Paltrinieri hanno avuto problemi fisici prima di arrivare alle Olimpiadi. Nell’anno dell’addio della Pellegrini sembra una maledizione”. 


Tags: tifosi oro tokyo 2020

Articoli Correlati