Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 14 Giugno 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Us Open, Djokovic: “Nadal ora è il più forte ma so come batterlo”

08/09/2013 16:41

Us Open, Djokovic: “Nadal ora è il più forte ma so come batterlo” |  Sport e Vai

Comunque vada a finire la finale degli Us Open Nole Djokovic sa che rimarrà comunque il n.1 al mondo, ma non gli basta. Il serbo vuol vincere a New York e dimostrare la legittimità della classifica Atp anche se non fa fatica ad ammettere che il maiorchino sta vivendo un momento di forma eccezionale come si legge su Ubitennis: “Contro Nadal è la più grande sfida che si può avere in questo sport adesso. Lotta su ogni palla e sta giocando forse il miglior tennis che ha mai giocato sui campi duri. Non ha più avuto tanti infortuni come in passato e si sa che negli ultimi 6/7 anni i campi in cemento non sono stati i suoi prediletti. Ma ora sembra a posto anche fisicamente. Senza dubbio è il miglior giocatore al momento di quest’anno, non ci sono dubbi. Dopo essere stato sette mesi fuori ha perso 3 partite quest’anno. Il modo in cui ha giocato lo rende molto fiducioso, ma sapete che io so come devo giocarci. Il cemento è la mia superficie preferita, quella su cui ho avuto maggior successi. Ci ho già giocato due volte qui in finale.  So che cosa devo fare. Ho due giorni di riposo e darò tutto quello che ho pur di vincere. Il primo posto da difendere? So che dovrò giocare bene e dovrò vincere dei tornei per chiudere l’anno da n.1. Ne sono consapevole, ma non è la prima volta che mi trovo di fronte a questa situazione” . Contro Wawrinka ha rischiato grosso e lo ammette: “Wawrinka è stato migliore di me per gran parte del match perché è stato aggressivo e ha giocato un tennis migliore. Io ho cercato di restar lì, mentalmente e ho sempre creduto di poter vincere. Anche se ero piuttosto nervoso all’inizio del match sono stato per cinque set sempre lì, abbiamo fatto grandi scambi e abbiamo dovuto adattarsi alle condizioni non facili, il vento, il sole da una parte…ho faticato un po’ a trovare il mio ritmo”. E qui scatta un’accusa agli organizzatori: “Non trovo che sia stato giusto far giocare me alle 12 il primo match quando l’altra sera sono andato a letto alle 3 di notte dopo i quarti di finale con Youzhny. Gli altri semifinalisti hanno avuto tre giorni di riposo…non vedo alcuna logica ad essee onesto. Ma credo che ci siano altri fattori che influenzano certe scelte e che hanno più potere dei giocatori”. Anche la finale di lunedì è una cosa che non gli va molto giù:  “Non sono un sostenitore della finale al lunedì. Credo si dovrebbe arrivare ad avere le semifinali al venerdì e la finale di domenica come negli altri Slam. Non vedo perché l’US Open debba godere di un’eccezione. Le finali al lunedì danneggiano i giocatori che hanno la Coppa Davis il successivo weekend. Ora devo giocare la semifinale di Davis e questa situazione non mi aiuta. Mi sono già infortunato una volta per rientrare in fretta…


Tags: nadal djokovic Wawrinka us open

Articoli Correlati