Sport E Vai  Sport e Vai
Mercoledì 25 Maggio 2022
SEGUI SPORTEVAI SU

Nba, Il ritorno di Bryant non basta, Lakers ko. Bene Miami

09/12/2013 09:03

Nba, Il ritorno di Bryant non basta, Lakers ko. Bene Miami |  Sport e Vai

Introdotto dalle note de “il ritorno dello Jedi” diffuse dallo storico speaker dello Staples Center Lawrence Tanter, Kobe Bryant è tornato in campo questa notte a quasi otto mesi dall’infortunio al tendine d’achille. Non sono bastati però il suo carisma e il suo magnetismo ai Lakers per evitare la sconfitta interna contro i Raptors (94-106). Com’era prevedibile la stella di Los Angeles è ancora lontana dalla forma migliore, alla fine metterà a referto nove punti (con 2/8 da 2 e 0/2 da 3), otto rimbalzi e quattro assist ma anche 8 palle perse. In tutto 27’56” in campo per lui, che nello scorso marzo sempre contro Toronto aveva realizzato 41 punti. Manca di elasticità Bryant e non ha ancora il ritmo-partita, inoltre deve capire meglio i meccanismi della sua squadra che quest’anno è più atletica e piena di tiratori. Senza di lui i Lakers avevano vinto 10 partite su 19. Ha deluso anche Gasol, solo 7 punti per lui, mentre il miglior marcatore è stato Young (19). Nei Raptors bene Johnson (32 punti) assistito da DeRozan (25) e  Lowry (23 punti). Dopo il ko della scorsa settimana sul campo dell’American Airlines Arena, che aveva interrotto la striscia di 10 vittorie consecutive degli Heat, LeBron James si era detto sereno, assicurando che si era trattato solo di un incidente di percorso. E l’ala di Miami lo ha confermato in campo, trascinando i campioni in carica alla vittoria a Detroit per 110-95 con 24 punti, 9 assist e 7 rimbalzi. Oltre a lui altri 5 sono andati in doppia cifra tra gli Heat, compreso Ray Allen (18 punti e 3 assist) chiamato a sostituire Dwyane Wade infortunato. Il double-double di Drummond (19 punti e 14 rimbalzi) ed i 19 punti di Jennings non hanno impedito la sconfitta a Detroit che interrompe così la striscia di 4 vittorie di fila. Successo dei Rockets su Orlando per 98-88 con grande protagonista Dwight Howard che non ha avuto pietà per la sua ex squadra. Per lui 20 punti e 22 rimbalzi. Miglior marcatore James Harden (27 punti, 10 assist e 8 rimbalzi). Per Houston la seconda vittoria consecutiva, l’ottava nelle ultime 10 gare, che vale il secondo posto alle spalle degli Spurs che hanno riposato. Quinto ko di fila invece per i Magic che sono ultimi con uno score di 6 vittorie e 14 sconfitte. Con 23 punti di Jordan Crawford Boston ha inflitto ai Knicks a New York la sconfitta più larga dall’inizio della stagione (73-114) mentre i Thunder hanno superato Indiana per 118-94. Grande prova di Kevin Durant, autore di 36 punti, 10 rimbalzi e 5 assist. Vinto il duello con il dirimpettaio Paul George, autore di 32 punti. Bene anche Westbrook, perfetto direttore di gioco ed autore di 32 punti e 13 rimbalzi. Per i Thunder, che hanno mantenuto l’imbattibilità del Chesapeake Energy Arena (unico club dell’Ovest a vantare questo primato) è il 15esimo successo stagionale.

Stefano Grandi


Tags: bryant knicks lakers raptors detroit howard gasol durant NBA

Articoli Correlati