Sport E Vai  Sport e Vai
Venerdì 5 Marzo 2021
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Mo Farah contro Trump: Io britannico ma per gli Usa sono straniero

29/01/2017 15:57

Mo Farah contro Trump: Io britannico ma per gli Usa sono straniero |  Sport e Vai

"Il 1º gennaio di quest'anno, Sua Maestà la Regina mi ha fatto un cavaliere del reame. Il 27 gennaio, il presidente Usa Donald Trump sembra aver fatto di me uno straniero”.Comincia così una lettera aperta indirizzata dal fondista Mo Farah cittadino britannico ma nato in Somalia e dunque, bandito dagli Usa dopo il bando di Donald Trump nei confronti dei nativi di 7 paesi a maggioranza musulmana, anche in possesso di regolari permessi di soggiorno: “Io sono un cittadino britannico che ha vissuto in America per gli ultimi sei anni . Lavorando sodo, contribuendo alla società, pago le mie tasse e allevo i nostri quattro figli nel posto dove sono ora che chiamiamo casa. Ora, a me e a molti altri come me viene detto che forse non siamo i benvenuti. E' profondamente preoccupante che dovrò dire ai miei figli che papà potrebbe non essere in grado di tornare a casa. Dovrò spiegare il perché, ovvero che il presidente ha adottato una politica tipica di un posto fatto di ignoranza e pregiudizio. Sono stato accolto in Gran Bretagna dalla Somalia quando avevo 8 anni e ho avuto la possibilità di avere successo e di realizzare i miei sogni. Ho avuto l'onore di rappresentare il mio paese, vincere medaglie per i cittadini britannici e ricevere il più grande onore di un cavaliere. La mia storia è un esempio di cosa può succedere quando segui politiche di compassione e di comprensione, non di odio e isolamento".


Tags: usa mo farah donald trump

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE