Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 4 Marzo 2024
SEGUI SPORTEVAI SU

Doping, un'inchiesta di Le Monde mette nei guai il braccio destro di Coe

21/12/2015 13:56

Doping, un'inchiesta di Le Monde mette nei guai il braccio destro di Coe |  Sport e Vai

Un'inchiesta del quotidiano Le Monde mette nei guai Nick Davies, ex portavoce della Iaaf considerato il braccio destro dell'attuale presidente della federazione internazionale di atletica leggera, Sebastian Coe. Secondo quanto accertato dai giornalisti francesi, Davies il 29 luglio 2013, a pochi giorni dai Mondiali di Mosca, ha inviato una mail a Papa Massata Diack, figlio dell'ex presidente Lamine Diack, figura chiave nello scandalo doping internazionale che ha sconvolto il mondo dell'atletica. Nel messaggio, che nelle intenzioni di Davies doveva rimanere top secret, il funzionario rimarcava la necessità "di sedersi a parlare con il dipartimento anti-doping e capire esattamente quali sono i 'cadaveri' che abbiamo ancora nell'armadio. C'è bisogno di un piano di comunicazione che riduca al minimo le rivelazioni concernenti le anomalie nel passaporto biologico di diversi atleti russi. Soprattutto, se i diretti interessati non partecipano ai Mondiali, tanto vale aspettare che i campionati finiscano per annunciare i casi, magari facendo uno o due nomi di atleti di paesi diversi". Anche lo stesso Coe è tirato in ballo a proposito della necessità di evitare che la stampa britannica, la più virulenta in caso di doping, riceva informazioni imbarazzanti prima dei Mondiali: "Per una strategia mediatica efficace si potrebbe utilizzare la Chime Sports Marketing, agenzia specializzata nel marketing sportivo, il cui direttore generale è Sebastian Coe".


Tags: mondiali Davies inchiesta mosca Coe le monde diack

Articoli Correlati