Sport E Vai  Sport e Vai
Mercoledì 12 Agosto 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Lite Mughini e Sgarbi in tv è virale, scontro social tra juventini e antijuventini

25/07/2019 09:18

Lite Mughini e Sgarbi in tv è virale, scontro social tra juventini e antijuventini |  Sport e Vai

Resterà nella storia della tv trash quanto accaduto ieri sera in diretta televisiva su Rete 4 tra Vittorio Sgarbi e Giampiero Mughini durante il talk Stasera Italia. I due opinionisti sono arrivati di fatto alle mani dopo pesanti insulti reciproci.

Ma cosa è successo? Si parlava abbastanza tranquillamente delle indagini sulla Lega e i presunti fondi russi al partito di Salvini. Mughini con il condizionale, Sgarbi invece con tono giustizialista. Qui la situazione è degenerata, Il critico d'arte ha attaccato la magistratura secondo lui corrotta, ma Mughini non ci sta a questo vilipendio delle istituzioni e risposto per rime. I due hanno iniziato a interrompersi a vicenda e ad accusarsi di non rispettare i telespettatori, urlando sempre più. «E’ imbarazzante», «vergognati», «lo prendo a pedate» e così via, in un escalation culminata con il lancio della sedia di Mughini e degli addetti di studio costretti a bloccarli.

Il video del litigio e della rissa con un esterefatto conduttore Giuseppe Brindisi è diventato virale sui social e ovunque sul web scatenando ovviamente un muro contro muro calcistico tra juventini, dalla parte di Mughini e antijuventini che hanno sottolineato come le parole "corrotto" e "vergognati" pronunciate da Sgarbi ben si addicessero alla fede dell'opinionista bianconero.

 

VIDEO

Tags: lite Vittorio Sgarbi mughini

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE