Sport E Vai  Sport e Vai
Sabato 5 Dicembre 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Seppi: Bello battere Kyrgios, ma il ko a Federer fu un'altra cosa

18/01/2017 14:00

Seppi: Bello battere Kyrgios, ma il ko a Federer fu un'altra cosa |  Sport e Vai

La differenza tra la vittoria su Federer alla Rod Laver Arena nel 2015 con il successo di oggi? Roger è un mito, questa è solo una bellissima rimonta”. Andreas Seppi ha punito la presunzione di Kyrgios ed ha passato il turno agli Australian Open contro ogni pronostico ma l'azzurro non si monta la testa. Il talento di Camberra ha pagato anche la sua arroganza, perché giocare un punto sotto le gambe assolutamente gratuito, inutile, come ha fatto nel quarto set con l’azzurro in piena rimonta dimostra sufficienza: “Lui è un po’ strano - conferma Andreas in versione politically correct, ma c’è da capirlo - nessuno ci capisce niente”. E poi l’altoatesino con Kyrgios aveva un conto in sospeso: “Stamattina me lo ha ricordato anche Massimo Sartori, il mio coach. Ma non ce n’era bisogno…”. Due anni fa agli Australian Open fu Kyrgios a rimontare due set e annullare un match point con un ace. Questa volta è finita esattamente al contrario: “Dopo i primi due set persi ho pensato che ho quasi 33 anni. Non mi ricapiterà più tante volte di giocare in uno stadio così grande, davanti a tanta gente. In una cornice così bella. E allora mi sono detto di non mollare, di provarci fino n fondo. Sennò non ha senso allenarsi tanto a casa… Questa vittoria mi fa capire che mi sono allenato bene e posso ancora prendermi qualche soddisfazione”.


Tags: federer seppi kyrgios

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE