Sport E Vai  Sport e Vai
Mercoledì 13 Novembre 2019
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Roland Garros: Ostapenko si conferma bestia nera Wozniacki

07/06/2017 15:30

Roland Garros: Ostapenko si conferma bestia nera Wozniacki |  Sport e Vai

Ha cominciato a piangere già prima della seconda interruzione per pioggia Kristina Mladenovic, che aveva capito ancor prima del pubblico - ma non della sua avversaria - che la sua corsa al Roland Garros stava per concludersi. Per la seconda volta in tre anni la Bacsinszky ha conquistato un posto tra le migliori quattro a Parigi: giovedì affronterà la giovanissima lettone Ostapenko, confermatasi “bestia nera” per Caroline Wozniacki. E chissà chi tra Timea e Jelena si farà il regalo di compleanno più bello, visto che l'8 giugno (giorno delle semifinali) l'elvetica compirà 28 anni mentre la lettone ne compirà 20.

TIMEA SORRIDE, KIKI PIANGE - La Mladenovic, numero 14 del ranking mondiale e 13esima testa di serie, è incappata nella classica “giornata no” davanti ad un’avversaria come la svizzera Bacsinszky, numero 31 Wta e 30esima testa di serie, che negli ultimi tre anni sulla terra parigina ha sempre ritrovato il suo tennis migliore. In più ci si è messa anche la pioggia con una prima, lunghissima interruzione (quasi quattro ore) sul 64 2-1 per l’elvetica, ed un’altra di una ventina di minuti. Aveva cominciato il match contro Caroline Wozniacki, numero 12 Wta ed undicesima testa di serie, perdendo i primi cinque giochi di fila la Ostapenko, numero 43 del ranking mondiale. Poi improvvisamente la ragazzina di Riga, cui grinta e determinazione non fanno certo difetto, si è svegliata ed ha cominciato a tirare i suoi colpi come se non ci dovesse essere un domani. Dopo aver comunque perso il primo set per 64 Jelena non si è lasciata scoraggiare e nel secondo parziale è voltata 5-2. Nemmeno il lungo stop per pioggia le ha fatto venire ansia e “braccino”, anzi: è rientrata in campo da veterana consumata ed ha pareggiato il conto dei set. Nella frazione decisiva ha centrato il break al quinto gioco contro la danese che - va detto - a Parigi non ha mai brillato particolarmente (per lei, prima di quest’anno, solo un altro piazzamento tra le migliori otto, datato 2010): improvvisamente a cedere è stata proprio Caroline che ha incassato un parziale negativo di cinque giochi di fila ed ha finito per cedere per 46 62 62 in un’ora e 53 minuti, perdendo la quarta sfida su quattro contro Jelena, la terza in questo 2017. Nella sua giovane carriera la Ostapenko non era mai andata oltre il secondo turno in un Major, e sulla terra francese non aveva mai vinto nemmeno un match, nel main draw ma nemmeno nelle qualificazioni.


Tags: roland garros mladenovic Bacsinszky

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE