Sport E Vai  Sport e Vai
Lunedì 24 Settembre 2018
SEGUI SPORTEVAI SU

Federer: La mia prima vittoria la festeggiai mangiando pizza

13/06/2018 11:17

Federer: La mia prima vittoria la festeggiai mangiando pizza |  Sport e Vai

Oggi debutterà a Stoccarda contro Misha Zverev per riprendere confidenza con l'erba ma appena qualche giorno fa Federer ha lanciato una nuova iniziativa di solidarietà in favore della fondazione che porta il suo nome (a fine aprile è stato in Zambia per seguire di persona i progetti messi in campo in Africa): 20 bottiglie di Moet & Chandon personalizzate al prezzo di 20mila euro ciascuna, per arrivare, grazie al ricavo dell’operazione, all’obiettivo di un milione di bambini entro la fine di quest'anno ai quali garantire l’accesso all’istruzione. "È un po' surreale avere una bottiglia di champagne a me intitolata” - ha ammesso Federer -. “Quando ho lasciato casa a 14 anni per inseguire quel piccolo sogno, non è quello che speravo di ottenere… La mia prima vittoria l'ho festeggiata mangiando una pizza e chiamando per telefono i miei genitori. La fondazione non è un modo per farmi sembrare bello. L'ho capito dopo aver viaggiato molto in Africa con mia madre: ho visto la povertà e bambini senza la possibilità di andare a scuola. Ho capito di aver catturato l'attenzione delle persone, che potevo fare la differenza creando un impatto. Ma non cerco attenzioni. Non vogliamo sentirci superiori, ma uguali. I miei genitori sono persone normali, sono cresciuto quasi in una fattoria in Svizzera. Anche mia moglie ha delle origini molto umili. Ciò mi fa stare coi piedi per terra".


Tags: stoccarda federer pizza

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE