Sport E Vai  Sport e Vai
Mercoledì 26 Settembre 2018
SEGUI SPORTEVAI SU

Ora è Cruciani a far vittimismo: Mi minacciano perché ho toccato il Napoli

12/01/2018 15:36

Ora è Cruciani a far vittimismo: Mi minacciano perché ho toccato il Napoli |  Sport e Vai

Ora è proprio Giuseppe Cruciani a "piangere" e a lamentarsi del trattamento ricevuto. Il giornalista di Libero è rimasto scosso dalla volgarità degli insulti ricevuti dopo gli editoriali al vetriolo dedicati ai tifosi partenopei, colpevoli - a suo giudizio - di eccessive lamentele per le decisioni arbitrali che a Cagliari hanno favorito la Juventus. "Sono piuttosto abituato, ma certe categorie per massa critica, volgarità, violenza e tempo di reazione sono superiori a tutti", spiega Cruciani. "Gli animalisti estremisti contendono la medaglia d’oro agli estremisti del Napoli (non i napoletani in senso lato). Sul podio poi ci sono certamente i no vax". Eppure Cruciani poteva aspettarsi qualche reazione indignata, vista la pervicacia nell'insistere sulla sua equazione tanto semplice quanto paradossale: "Al piagnisteo napulitano non c’è mai fine", aveva scritto il giornalista e conduttore televisivo. "A Napoli vedono continuamente fantasmi e pericoli. La Juve è sempre Satana e sinonimo di ruberie e furti con scasso. Insomma, il solito ridicolo repertorio: i poteri forti, il Nord, gli Agnelli che comandano e cazzate del genere. Roba da matti". Qualcuno si è risentito e ha esagerato: "Minacce di morte, di stupro di mia figlia e mia moglie, più altre amenità. Quando si tocca il tifo napoletano arrivano subito i matti, una reazione immediata, scattano come un sol uomo. In fondo è come fare, ogni volta, un esperimento sociologico, anche perché il campionario è ampio, visto che si va dal professore d’Università al giornalista del Mattino che scrive: chi è juventino non è degno di vivere". L'altro paradosso è che per certi versi nella lotta scudetto il Napoli ha un tifoso a sorpresa: Cruciani. "Uno scudetto del Napoli lo troverei un’impresa straordinaria, quasi epocale. E in questo momento mi pare pure possibile: sono in testa, hanno una squadra forte, giocano bene. Eppure non si liberano di quel retropensiero che qualcuno possa togliere loro qualcosa, l’ansia che esistano dei poteri forti, la convinzione che la Juventus sia il Male, Satana, qualcosa da sopprimere anche con la violenza. La storia del Var fa ridere: per un girone la sventolano come l’arma per combattere qualsiasi trucco o ruberia, poi improvvisamente diventa il mezzo con cui la Juventus ruberà il campionato". Già, peccato però che a Cagliari il Var non sia stato consultato.

 


Tags: napoli minacce cruciani

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE