Serie A
34a Giornata

Genoa Genoa nd

Chievo Chievo

Palermo Palermo nd

Fiorentina Fiorentina

Atalanta Atalanta nd

Juventus Juventus

Roma Roma nd

Lazio Lazio

Crotone Crotone nd

Milan Milan

Inter Inter nd

Napoli Napoli

Cagliari Cagliari nd

Pescara Pescara

Torino Torino nd

Sampdoria Sampdoria

Empoli Empoli nd

Sassuolo Sassuolo

Bologna Bologna nd

Udinese Udinese

Serie B
39a Giornata

Latina Latina nd

Ascoli Ascoli

Benevento Benevento rinv

Avellino Avellino

Novara Novara nd

Brescia Brescia

Ternana Ternana nd

Carpi Carpi

Cittadella Cittadella nd

Cesena Cesena

Salernitana Salernitana rinv

Frosinone Frosinone

Pro Vercelli Pro Vercelli nd

Perugia Perugia

Bari Bari nd

Pisa Pisa

Spezia Spezia nd

Spal Spal

Trapani Trapani nd

Virtus Entella Virtus Entella

Verona Verona rinv

Vicenza Vicenza

 Sport E Vai  Sport e Vai
Venerdì 28 Aprile 2017
SEGUI SPORTEVAI SU

Aspar, Bautista: Il quarto posto è la posizione che mi spetta

13/04/2017 10:52

Aspar, Bautista: Il quarto posto è la posizione che mi spetta |  Sport e Vai

Il quarto posto di Alvaro Bautista al GP d’Argentina non deve certo stupire. Il portacolori del team Pull&Bear Aspar è stato uno dei migliori del precampionato 2017. Un’ottima prestazione di tutta la squadra quella del secondo appuntamento stagionale, nella quale deve essere messo in luce anche il secondo tempo in qualifica del compagno di box Karel Abraham. Bautista si candida ad essere uno dei possibili vincitori satelliti di un GP e, in viaggio verso Austin dove tra due settimane inizierà la terza prova del Campionato del Mondo MotoGP, commenta al sito ufficiale della Motogp il recente risultato argentino. “È questa la posizione dove dovrei stare”, è convinto il numero 19; in questa stagione sulla bianca e fluo DesmosediciGP versione 2016, “È dove sono stato in passato e per la quale abbiamo lavorato duramente in modo da arrivarci ancora in futuro. Sapevamo che stavamo facendo bene e che eravamo abbastanza competitivi, soprattutto sul passo gara”, prosegue, “Peccato per le condizioni climatiche variabili che hanno condizionato il GP, senza le quali sarei potuto partire più avanti (per Bautista solo la decima casella al via, ndr). Sapevo che avrei rimontato. Ogni moto è diversa e tutte hanno punti forti e debolezze”, afferma l’escluso dal podio sudamericano, “Ma posso dire con certezza che quella che più mi piace è la Ducati, si adatta molto al mio stile di guida. Essere pilota ufficiale di scuderie come Suzuki o Aprilia ti mette nella condizione di far sviluppare la moto con le tue indicazioni, una cosa che in un team satellite non puoi fare. Ma stare in un box non ufficiale con una Honda o una Ducati forse è meglio perché la base del prototipo è già molto buona e arriva da evoluzioni continue date dai piloti della Casa”.


Tags: bautista aspar Argentina

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE