Sport E Vai  Sport e Vai
Sabato 5 Dicembre 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Juventus, Tacchinardi trova i colpevoli: “Scherzano col fuoco”

17/07/2020 10:04

Juventus, Tacchinardi trova i colpevoli: “Scherzano col fuoco” |  Sport e Vai

Non è colpa di Sarri. Il pareggio della Juventus in casa del Sassuolo ha alzato il consueto polverone di polemiche in casa bianconera, con Maurizio Sarri a sedere sul banco degli imputati. Molti tifosi della Vecchia Signora hanno chiesto un cambio per il futuro, ma c’è chi come Alessio Tacchinardi che punta su un altro problema. 

Tacchinardi: “Scherzano col fuoco”

L’ex centrocampista della Juventus fa la sua analisi alla Gazzetta: “Pensavo che il problema potesse essere il gioco chiesto da Sarri ma mi sono convinto che sono i giocatori a non rendere come dovrebbero. E’ colpa loro: fanno 20 minuti poi staccano la spina. Scherzano col fuoco, se portano il campionato fino all’ultima giornata sarà un massacro e condizioneranno la Champions. Prima vince lo scudetto, prima la Juve stacca e rifiata. E prima può dedicarsi al Lione, che sarà carico a mille e fresco come una rosa. La spia di pericolo è accesa, ma stiamo facendo il processo a una squadra che è comunque prima con molti punti di vantaggio”. 

Giocatori sotto accusa

Tacchinardi non salva nessuno dalle critiche: “In difesa non vedo l’adrenalina che ti dà il marcare a uomo, cala la tensione e prendono gol assurdi. E poi il centrocampo viaggia a ritmi troppo bassi, tranne Betancur in cui un po’ mi rivedo: è un misto tra me, Conte e Marchisio. Ramsey e Rabiot sono giocatori forti ma devono darsi una sveglia. La Juve sembra aver perso la voglia di battagliare”. 


Tags: juventus sassuolo Maurizio Sarri

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE