Sport E Vai  Sport e Vai
Mercoledì 12 Agosto 2020
Scitec Nutrition - Integratori Scitec in offerta
SEGUI SPORTEVAI SU

Conte: Calendario folle fatto per crearci problemi

20/07/2020 08:15

Conte: Calendario folle fatto per crearci problemi |  Sport e Vai

La colpa è del calendario. O almeno anche del calendario. Antonio Conte trova il responsabile per una stagione che a suo dire resta buona ma che poteva essere migliore. Il 2-2 con la Roma spegne le ultime speranze di rincorsa alla Juve ma guai a dire che l'Inter è stata deludente. Il tecnico nerazzurro è una furia: "L'anno prossimo qualcuno starà fuori, se si parla di campionato sotto le righe per l'Inter chissà cosa si deve dire delle altre. Invece l'Inter è sempre nel mirino,  bisogna crescere nell'abitudine di lottare per la classifica, cosa che si è persa negli ultimi dieci anni. Abitudine che non si crea da un giorno all'altro, bisogna lavorare; deve crescere il livello dei calciatori, possibilmente la situazione. Ma ai ragazzi posso dire zero spaccato, la prova era positiva contro una squadra in ottima salute".

Calendario fatto ad arte secondo Conte

Poi lo sfogo: "Vi farei vedere il calendario, cosa che sta passando inosservata. Il nostro è un calendario folle, fatto per metterci in difficoltà. Le squadre contro cui abbiamo giocato hanno sempre usufruito di un giorno di riposo in più, si è sempre giocato alle 21.45. Queste cose le paghi. Già c'è un'anomalia, bisogna vedere cosa accade nell'ultimo turno di campionato. Non voglio creare polemica, ma dire ai ragazzi che sono stati bravi. Quando la Lega ha scelto gli orari, forse non eravamo presenti...".

Il calendario penalizza solo l'Inter

Conte insiste sul calendario: "Questa è la terza partita che giochiamo con una squadra che ha 24-36 ore di recupero in più. Ci alleniamo a 30 gradi, arriviamo la notte e dopo due giorni rigiochiamo. Ora noi rientriamo alle 4, poi ci sarà defaticante e poi devi preparare il match con la Fiorentina. Che ha giocato oggi, quindi non c'è problema. Però i compromessi sono sempre negativi, ogni volta chi prende gli schiaffi siamo noi. La cosa è strana, nei momenti di difficoltà gli schiaffi li prendiamo sempre noi. Spesso è stato così, nell'ultima giornata poi è successo qualcosa di incredibile. Per questo dico ai ragazzi che sono encomiabili, stanno affrontando un ciclo incredibile di partite e ottenendo risultati importanti".

Dopo il calendario tocca agli arbitri

Esaurito il tema-calendario si passa agli arbitri. Il gol del pari della Roma è dubbio: "Io l'ho vista chiaramente, Kolarov non prende per niente la palla ma il calcagno di Lautaro. Però io con gli arbitri nutro massimo rispetto, anche loro stanno vivendo un momento di alta pressione e non mi voglio attaccare alle situazioni. Non è giusto, non lo meritano. Di Bello ha sbagliato ma ha fatto la sua partita. Certo, se vai 1-0 all'intervallo torni in campo con un altro spirito, eri arrabbiato perché è successa una cosa ingiusta .Se il Var ti chiama non è per farti fare una passeggiata. L'episodio era chiaro.

Infine la difesa del lavoro svolto: "Io so benissimo quello che i ragazzi stanno facendo, io parlo di numeri e dico che oggi l’Inter è in Champions League con quattro giornate d’anticipo, eppure leggo che l’Inter viene criticata e le altre no nonostante non siano entrate in top four. Mi pare che ci sia anche un po’ di premeditazione. Bisogna essere onesti e leali e vedere il campionato che abbiamo fatto, a quattro giornate dal termine stiamo parlando ancora di Scudetto che è una cosa che non capitava da anni. È come col calendario, non c’è peggior cieco di chi non vuol vedere".


Tags: inter conte calendario

Articoli Correlati

Questo sito fa uso di cookie.
Continuando la navigazione su questo sito web (quindi cliccando sul pulsante "PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE" o cliccando all'esterno di questa area) si autorizza l'impiego di cookie.
Per informazioni dettagliate sull'impiego dei cookie in questo sito web invitiamo a cliccare su "Maggiori informazioni".Qui è anche possibile revocare l'autorizzazione all'impiego di (alcuni) cookie presenti.

PROSEGUI NELLA NAVIGAZIONE